Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Costa Concordia ultime notizie: scomparsa la campana della nave

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

16 Marzo 2012

costa campana scomparsaCosta Concordia naufragio: scomparsa la campana della nave

Alcuni giorni fa è scomparsa la campana che si trovata a bordo della nave da crociera Costa Concordia, attualmente arenata di fronte l’ isola del Giglio. L’ oggetto dorato si trovava pressappoco a 8 metri di profondità e pesava circa una decina di chili.

Eccessivo peso a parte, condizioni non del tutto idonee ad un usuale lavoro (la posizione nella parte immersa) e difficoltà nelle operazioni di sbullonamento, gergo usato per identificare il suo staccamento dalla base dove era fissata, fanno supporre che a commettere il furto siano state più di due persone. Infatti l’oggetto in questione necessitava di una barca per il suo trasporto sulla terraferma.

Sull’ accaduto gli investigatori stanno svolgendo un’ indagine in condizioni di assoluto riserbo, dovuta anche al fatto che, al momento, gli unici a “frequentare” la zona della nave, dal 13 gennaio ad oggi, sono tutte le forze dell’ ordine (vigili del fuoco, marina militare, carabinieri, etc.) impegnate nel recupero dispersi e carburante, nel controllo dei movimenti del relitto e in tutte le altre operazioni svolte per le indagini relative al naufragio.

costa concordia Ed è proprio la presenza di tutte le forze dell’ordine, in costante pattugliamento della zona, che alimenta ancor di più il mistero di tale scomparsa.

Come hanno fatti i malfattori ad eludere tale stretta sorveglianza?

E come hanno fatto a portare un oggetto così pesante sulla terraferma senza che nessuno li abbia visti?

La campana avrebbe dovuto essere un po’ il simbolo della tragedia accaduta e, si presume, dovesse restare sull’ isola come ricordo, simbolo e testimonianza non solo della sofferenza patita dai passeggeri, dalle vittime e dai congiunti di quest’ultimi ma anche di chi ha mostrato il proprio impegno per aiutarli, isolani per primi.

Leggi anche

Seguici