Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

1° maggio, Doodle di Google celebra la festa dei lavoratori

Google festeggia il Primo Maggio con il suo "scarabocchio" dedicato alla Festa dei Lavoratori. Un Doodle semplice, ma significativo: un operaio (ma forse è un'operaia?) che monta una struttura metallica - il logo di Google naturalmente - con a fianco, a terra, la sua cassetta degli attrezzi.

Licia

di Mamma Licia

01 Maggio 2012

1° maggio, Doodle di Google celebra la festa dei lavoratoriWorkers’Day, Labor Day, May day, Festa dei lavoratori: tanti nomi per celebrare e ricordare, in molte nazioni del mondo, l’impegno del movimento sindacale ed i traguardi raggiunti in campo economico e sociale dai lavoratori, primo fra tutti il riconoscimento del diritto ad un orario di lavoro quotidiano di otto ore.

Il perché di una Festa del lavoro risale ad una serie di eventi che si susseguirono negli anni a partire dal 5 settembre 1882, quando i Cavalieri del lavoro organizzarono, a New York, la loro prima manifestazione, decidendo, due anni dopo, che l’evento dovesse avere una cadenza annuale.

La scelta della data del 1° maggio per continuare a celebrare l’evento cadde in seguito ai gravi incidenti che si verificarono nei primi 1° maggio, Doodle di Google celebra la festa dei lavoratorigiorni di maggio del 1886, a Chicago, e che videro protagonisti, da un lato, lavoratori in sciopero e, dall’altro, la polizia, chiamata a reprimere la protesta, che sparò ai manifestanti, uccidendone due e ferendone molti altri. Contro la violenza e brutalità di questa repressione, gli anarchici locali organizzarono una manifestazione a Haymarket square, la piazza che ospitava il mercato delle macchine agricole. Il 4 maggio la polizia sparò nuovamente sui manifestanti provocando altre vittime, anche tra gli stessi poliziotti. L’11 novembre 1887, a Chicago, quattro operai, quattro organizzatori sindacali e quattro anarchici furono impiccati per aver organizzato la manifestazione del Primo Maggio ed una manifestazione per le otto ore di lavoro.

La notizia dell’uccisione degli esponenti anarchici – i “martiri di Chicago” – si diffuse in tutto il mondo. In Italia, la festività del Primo Maggio fu adottata per la prima volta nel 1891, soppressa durante il ventennio fascista e ripristina subito dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale. Nel 1947 la Festa del lavoro fu funestata dai fatti noti come “la strage di Portella della Ginestra”. Il Primo Maggio di quell’anno la banda di Salvatore Giuliano sparò raffiche di mitra sui circa duemila lavoratori che si erano riuniti nella vallata di Portella della Ginestra per manifestare contro il latifondismo, uccidendone undici e ferendone una trentina.

Dal 1990, in Italia, la Festa dei lavoratori viene celebrata anche con il grande concerto del Primo Maggio, organizzato dai sindacati CGIL, CISL e UIL, che si tiene ogni anno a Roma a piazza San Giovanni.

Leggi anche

Seguici