Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Tina Cipollari risponde alle accuse del marito Chicco Nalli

Tina Cipollari risponde a mezzo stampa alle accuse mossele da marito Chicco Nalli che la vorrebbe più come moglie che come amante.

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

10 Ottobre 2012

Tina Cipollari chicco nalliAlcune settimane fa, attraverso il settimanale “Di Più”, Chicco Nalli, marito di Tina Cipollari, la celebre e storica opinionista di Uomini e Donne, aveva scritto una lettera alla moglie nella quale si diceva stanco di vivere il loro rapporto come due amanti, pur essendo sposati e vivendo sotto lo stesso tetto.

Usando gli stessi mezzi del marito, Tina gli risponde per le rime avallandosi dell’aiuto del giornale che, ancora una volta, pubblica le intime confidenze dei due coniugi che cercano di far chiarezza nel loro rapporto tra le pagine del giornale stesso.

“La tua lettera mi ha fatto davvero dispiacere – afferma Tina Davvero non pensavo che arrivassi a scrivere che, se continuo a propormi da amante, non dormendo nel letto con te, tu potresti andare a cercare un’altra moglie. Insomma vuol dire che per il solo fatto che non dormiamo nello stesso letto io non sia una buona moglie? Sono una donna che ti ha dato 3 figli, che lavora, e che certo, come marito, non ti trascura.”

Al contrario di quanto sosteneva Chicco, non tutte le colpe della loro “separazione” notturna sono da attribuire a Tina:

Tina Cipollari  Chicco Nalli“Come sospetti te continua la Vamp di Uomini e Donne – credo anche che dormire con te porti alcuni problemi. Perché a me piace sentirmi libera, mi piace muovermi come una farfalla per tutta la casa a qualunque ora del giorno e della notte. Mi piace dormire con la Tv accesa e a basso volume e con una piccola luce. Abitudini che a te, lo sappiamo bene, danno molto fastidio. Perché tu per dormire hai bisogno del buio assoluto”.

Semplici piccole intolleranze che, come in ogni matrimonio, generano piccole discussioni ma che, usando buon senso e spirito di tolleranza ed adattamento, possono essere superate:

“Io e te senza i figli non sappiamo stare: i viaggi da soli e le cenette a lume di candela avremo tempo per farli, a meno che tu non abbia voglia di trovarti un’altra moglie”.

Il capitolo “piccola crisi matrimoniale” sarà definitivamente chiuso?

Leggi anche

Seguici