Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Gravidanza settimana per settimana, cosa succede a te e al tuo bambino

Gravidanza settimana per settimana: ogni settimana nuovi cambiamenti intervengono nel corpo della donna incinta

DanielaBrancaccio

di Dott.ssa Daniela Brancaccio

14 Dicembre 2012

Gravidanza – ventesima settimana

 

Sono settimane che aspettavi questo momento, sei nella ventesima settimana di gestazione e il tuo ginecologo ti farà un’altra ecografia nella quale tra le altre cose ti dirà, se non lo sai ancora, il sesso del tuo bambino. Il feto è sempre più grande e nelle prossime ecografie si potranno vedere i genitali, approfitta di questo momento per domandare al tuo medico tutto quello che ti preoccupa o in merito al quale hai delle perplessità o curiosità.

 Cambiamenti nel corpo della donna incinta

Nella ventesima settimana di gravidanza la crescita dell’addome è uno dei cambiamenti più significativi e visibili della gravidanza. Nella ventesima settimana il tuo utero è cresciuto fino a situarsi all’altezza dell’ombelico. L’utero è un muscolo a forma di pera che ospita il bambino durante tutta la gestazione. Aumenta di dieci volte il suo peso durante la gravidanza, dai 60-80 gr a 1-2 Kg.

Dopo il parto, l’utero ritorna piano piano allo stato precedente la gravidanza, ti ci vorranno alcuni mesi per recuperarne la forma, ci sono state molte settimane di stiramento e il ritorno alla normalità non sarà immediato.

Potresti avere nausea nell’alzarti da una sedia o dal letto rapidamente, è dovuto a un abbassamento della pressione arteriosa e si chiama ipotensione. È normale avere queste nausee nel secondo trimestre di gravidanza e potresti cominciare a sentirle adesso che sei nella ventesima settimana di gestazione. Potresti non sopportare l’odore di certi profumi o che ti risultino sgradevoli gli odori di alcuni alimenti. Durante la gravidanza di solito si produce un’ipersensibilità olfattiva. Non preoccuparti, il tuo olfatto tornerà ad essere lo stesso quando partorirai.

 Sviluppo e crescita del bambino in gravidanza

Il tuo bambino ha 18 settimane di vita, misura circa 22 cm e pesa tra i 300 e i 330 gr. La sua pelle, ricoperta di uno strato simile alla cera chiamata vernice caseosa, diventa più grassa. È capace di udire i suoni che arrivano dall’esterno e quelli del tuo corpo come il cuore o la respirazione. Molte mamme decidono di cantare canzoncine ai bambini o far loro ascoltare musica classica poiché ci sono studi che indicano che essi sono molto ricettivi a certi suoni.

I polmoni continuano ad evolversi ma non sarebbero capaci di funzionare fuori dall’utero materno. In questa settimana ti faranno l’ecografia della ventesima settimana di gravidanza. È una delle più attese per le donne incinta poiché si escludono o diagnosticano possibili malformazioni e inoltre se lo desideri, potrai sapere il sesso del tuo bambino. Questa ecografia di solito si effettua in 2D, senza dubbio, alcuni centri privati optano per il 3D o 4 D. Il medico ti dirà la grandezza del bambino, il suo peso approssimativo ed ascolterai il battito del suo cuore.

Salute ed emozioni durante la gravidanza

La maggior parte delle gravidanze sono considerate a basso rischio se la donna incinta vive questo momento della vita in buona salute e senza grandi problemi. Senza dubbio ci sono gravidanze ad alto rischio perché presentano complicazioni per la madre e per il bambino: preeclampsia, diabete gestazionale, placenta previa, rottura delle membrane, obesità, precedenti di nascite con difetti congeniti.

In tutti questi casi la gravidanza sarà seguita dal medico in modo più frequente con delle visite e si potrebbero raccomandare altre prove e analisi aggiuntive. I ginecologi di solito raccomandano nelle gravidanze ad alto rischio riposo, rispetto della dieta e cure con medicine.

Tutti i cambiamenti che hai sperimentato dall’inizio ad adesso, nella ventesima settimana di gravidanza, possono far aumentare il tuo livello di stress. Se sei stressata potresti notare irritabilità, ansia palpitazioni e maggiore predisposizione a soffrire di catarro.

È importante che tu stia tranquilla, esistono studi che affermano che la madre potrebbe trasmettere al bambino lo stress, per questo devi condurre un ritmo di vita più calmo, riposare, fare esercizi di respirazione ed espirazione per tranquillizzarti, condividere le tue preoccupazioni con familiari o con il compagno e fare esercizio fisico.

Potresti sentire dolore alla parte bassa dell’addome, nello specifico al legamento rotondo, provocato dalla crescita dell’utero poiché i legamenti si allargano e si assottigliano producendo questo dolore. Cerca di riposare o di cambiare posizione per alleviare il dolore.

 Dieta e alimentazione nella donna incinta

Le vitamine sono molto importanti durante tutta la gravidanza poiché aiuteranno lo sviluppo e la crescita del bambino. Se conduci una dieta equilibrata e variata includendo tutti i tipi di alimenti, e mangi tra le 2 e le 4 porzioni di frutta al giorno, copri l’apporto necessario di vitamine. Devi sapere che le vitamine del gruppo B sono basilari per il funzionamento del cervello.

Anche le ossa in formazione del tuo bambino necessiteranno che ingerisca l’apporto sufficiente di calcio durante le quaranta settimane di gestazione. Se non lo fai, il bambino assorbirà le tue riserve di calcio e potresti avere problemi di osteoporosi o i denti potrebbero soffrire di decalcificazione.

Dovremmo ingerire 1200 mg giornalieri di calcio che si possono ottenere se si beve circa un litro di latte al giorno. Se ti risulta difficile bere tanto latte in un solo giorno puoi alternarlo con yogurt, formaggi e altri prodotti anche come nocciole, mandorle o noci.

Potresti soffrire dei fastidiosi bruciori della gravidanza, cerca di non fare pasti abbondanti, non ti addormentare subito dopo cena e mastica bene gli alimenti.

Curiosità relative alla ventesima settimana di gravidanza

Se conduci una gravidanza normale e il medico non te l’ha controindicato, potrai continuare ad avere relazioni sessuali per tutta la gravidanza. Il bambino si trova protetto nell’utero circondato dal liquido amniotico e non potrà causarle nessun danno.

Se nella ventesima settimana di gestazione noti che perdi sangue dal naso o dalle gengive in modo più frequente che prima della gravidanza, non preoccuparti. Il tuo volume di sangue è molto superiore, senza dubbio, se il sanguinamento è abbondante, consulta il tuo ginecologo.

Amici e familiari fanno sempre la stessa domanda quando sanno della gravidanza: che nome gli darai? Preferisci un bimbo o una bimba? Dove partorirai? Potresti non voler rispondere a nessuna di queste domande, però non sentirti oppressa, spiega in modo naturale che preferisci riservare questa cosa e te e  il tuo compagno.

Fonte: www.guiainfantil.com

Cosa succede nel corso della ventunesima settimana? Leggilo qui: Gravidanza settimana per settimana cosa succede a te e al  tuo bambino

Leggi anche

Seguici