Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Alimentazione in gravidanza: la dieta della dolce attesa

Alimentazione in gravidanza: cosa mangiare e cosa non mangiare nei 9 mesi dell'attesa

Dott.ssa Marta Volpe

di Dott.ssa Marta Volpe

21 Gennaio 2013

Sono da poco trascorse le feste natalizie dieta post nataleSono da poco trascorse le feste natalizie in cui abbiamo dato libero sfogo alle nostre voglie: frutta secca e dolci, crostini imburrati e salmone, e la frase che più di tutte gira e ci tormenta è: “Sono ingrassata troppi chili…da domani mi metto a dieta!”.

Ebbene se anche voi avete pronunciato almeno una volta questa espressione sentendovi in colpa, non abbattetevi perché il rimedio è più semplice di quello che possiate immaginare.

Innanzitutto bisogna tener presente che la quasi totalità delle diete restrittive che ripropongono l’abolizione completa di specifici nutrienti come proteine, carboidrati o lipidi non sono assolutamente da perseguire durante la delicata fase della gravidanza per il semplice fatto che ogni futura mamma necessita per se stessa e per il proprio bambino di un adeguato apporto calorico che soddisfi, allo stesso momento, il proprio fabbisogno e quello del feto.

Che non vi venga in mente di seguire regimi alimentari basati sul solo consumo di cereali, frutta o verdura!

alimentazione in gravidanza: la dieta della dolce attesa

Ecco perché:

ogni macronutriente ha la propria specifica funzione nell’accrescimento dell’organismo materno e di conseguenza di quello fetale:

– ad esempio i carboidrati rappresentano il principale carburante del nostro organismo e dei tessuti fetali, fornendo l’energia per far funzionare tutti gli organi;

– i lipidi invece assicurano il trasporto di quelle vitamine che si sciolgono nei grassi, le cosiddette vitamine liposolubili (A, D, E e K).

Va bene, abbiamo capito che in gravidanza è rischioso seguire una dieta troppo restrittiva, ma che alimentazione bisogna seguire per assumere il giusto quantitativo calorico che copra il fabbisogno energetico della mamma e del feto contemporaneamente?

La soluzione sta innanzitutto nel mangiare ogni giorno alimentazione in gravidanza: la dieta della dolce attesa5 porzioni di cibo, 3 pasti completi e 2 spuntini;

questo eviterà le voragini nel vostro stomaco e limiterà la comparsa di fame famelica improvvisa.

Il secondo consiglio è quello di bere molta acqua che, non solo aiuterà a mantenervi “pulite dentro” come ci ricorda un noto spot televisivo, ma contribuirà alla sensazione di sazietà.

Gli alimenti che per antonomasia sono ricchi di acqua, e non solo, e che aiutano a sentirci sazie sono la frutta e la verdura.

In ultima analisi sostituite, finché possibile, i grassi animali (burro, strutto, pancetta) con i grassi vegetali aggiunti da crudi sul piatto pronto (meglio se è olio extravergine di oliva) poiché meno ricchi di colesterolo e grassi totali. E se a tutto questo aggiungerete l’ingrediente speciale della buona volontà arriverete di certo al raggiungimento del vostro obiettivo.

Leggi anche

Seguici