Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Parto cesareo ed operazione al cuore, salvi mamma e neonato

Caso di buona sanità: l'equipe di ginecologia e cardiologia dell'ospedale di Chieti salvano madre e figlio da un'aneurisma dissecante, e praticato contemporaneamente il cesareo.

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

15 Marzo 2013

Chieti. Doppio intervento perfettamente riuscito ieri nell’Ospedale di Chieti. Il delicato intervento, effettuato per la seconda volta in pochi mesi nello stesso presidio, è stato eseguito dall’equipe di ginecologia del dottor Luciano Di Tizio e Alessandro Santarelli e dal team di cardiologia del Dottor Carlo Canosa e dottor Bruno Chiappini.

Si è trattato di un parto cesareo effettuato d’urgenza e un’operazione al cuore per intervenire su un aneurisma dissecante dell’aorta.  La donna sottoposta all’intervento, durato tutta la notte, era alla 34esima settimana di gravidanza.

La donna era stata ricoverata all’ospedale di Chieti lo scorso mese all’ospedale di Chieti con un forte dolore al torace, il personale si è messo all’opera appena certo dell’aneurisma ed ha organizzato l’intervento. I team delle due unità hanno fatto un lavoro d’eccellenza e hanno salvato la vita alla donna ed al piccolo.

L’aneurisma dissecante è una patologia che riduce la quantità di sangue circolante e provoca ipotensione con rischi di rottura della vena aorta, e conseguente possibile decesso. Oltretutto limita l’afflusso di sangue alla placenta e rischia una sofferenza anche grave del feto.

Casi di questo genere se ne contano circa 40 in Italia negli ultimi 30 anni, non sempre così ben amministrati.

Nonostante si sentano spesso notizie di malasanità, le eccellenze di interventi e di equipes di questo genere esistono e devono essere onorate.

Leggi anche

Seguici