Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Email sul Papa con virus e malware

Molti i malware che hanno per oggetto notizie sul neo Papa. Attenzione a non scricare link che potrebbero danneggiare i personal computer

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

20 Marzo 2013

Attenzione alle mail sul Papa, possono nascondere virus e malware.

Le tante notizie che stanno riempiendo le pagine dei giornali e del web sul nuovo Papa, non potevano non fare gola agli hacker.

E con questo soggetto sono nati malware pronti ad entrare in azione e “far danno” ai personal computer.

Livescience avrebbe individuato l’inizio del fenomeno: sembra che sia stata individuata una e-mail dai laboratori di Symantec, nel cui oggetto era indicato Papa Francesco come coinvolto in una serie di scandali a sfondo sessuale. Ovviamente era un malware.

In un’altra mail l’oggetto era: “il nuovo Papa Benedetto può essere incriminato per abusi sessuali?”. Peccato però che chi ha ideato il malware ha dimenticato il particolare che il nuovo papa non è Benedetto! Alcune arrivano sotto forma di ultimissima notizia avente come fonte un’importante emittente TV americana.

Ce n’è anche di più divertenti, tipo: “il nuovo Papa è stato incriminato per non aver indossato la cintura di sicurezza nella sua Papamobile”, anche se poi il divertimento termina aprendo queste mail, e soprattutto aprendo i link spediti.

Cosa molto importante è infatti non aprire i link che vengono proposti da queste mail, o link strani, anche se li avete ricevuti da vostri amici memorizzati in rubrica.

La principale regola da seguire per chi naviga è senz’altro l’installazione di antivirus in grado di bloccare i blackholes (delle specie di virus informatici che cancellano indirizzi o liste di indirizzi) e che siano costantemente aggiornati in modo da evitare attacchi di pirateria.

Leggi anche

Seguici