Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Gina Lollobrigida: all’asta i suoi gioielli per la ricerca sulle staminali

L'attrice mette all'asta da Sotheby's 23 gioielli di bulgari per un valore di oltre un milione di euro. Parte del ricavato per la ricerca sulle cellule staminali.

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

27 Marzo 2013

Gina Lollobrigida, la “Donna più bella del mondo”, dal titolo di un suo celebre film, ancora famosa dopo anni grazie anche alle sue buone azioni.

L’attrice italiana ha infatti messo all’asta alcuni suoi gioielli per motivi lodevoli.

Ventidue preziosi di sua proprietà verranno messi all’asta da Sotheby’s a Ginevra il prossimo 14 maggio. Prima dell’asta la collezione verrà esposta a Hong Kong, Roma, New York e Londra.

Tra i gioielli alcuni importanti ornamenti di casa Bulgari degli anni ’50 e ’60. Tra questi un diamante da 19 carati, uno smeraldo da 16, una parure di collana e bracciale e altre gioie per un valore di oltre un milione di euro.

Parte del ricavato dalla vendita sarà destinato alla ricerca sulle cellule staminali.

La Lollo ha voluto commentare il suo gesto:

    “Ho iniziato a collezionare gioielli di Bulgari negli anni Cinquanta e Sessanta, attirata dall’incredibile maestria e dallo stile che distinguono queste opere.

Mi hanno accompagnato in molti viaggi, professionali e personali, ed evocano in me i tempi e le persone straordinarie che ho incontrato lungo la mia strada. Ma in questo momento io sto concentrando il mio tempo sulla carriera da scultrice. Dopo più di sessantacinque anni ho concluso il cerchio, tornando alla prima arte imparata all’Accademia a Roma.

Io sono stata così fortunata da vivere più ruoli nella mia vita: attrice, madre, fotografa, giornalista, ambasciatrice per la FAO, artista.

Uno scultore non ha bisogno di gioielli, e così ho deciso di condividerli con altri collezionisti. Nel farlo, ho anche la possibilità di aiutare una causa che mi sta molto a cuore: quella ricerca sulle cellule staminali e sui relativi trattamenti, che io credo dovrebbero essere disponibili per ogni bambino.”

Gesto nobile che le fa molto onore.

Leggi anche

Seguici