Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Ikea ritira le polpette, 5 clienti si sono sentiti male

Ikea polpette - in Francia non sono state servite polpette avvelenate e in Italia come in tutta Europa non si corre nessun pericolo mangiando all'Ikea.

Federica Federico

di Federica Federico

27 Aprile 2013

Ikea ritira le polpette, 5 clienti si sono sentiti maleIkea magazzino di Lisses, vicino Parigi – un’intera famiglia composta da cinque persone, due adulti e tre bambini, accusa un malore dopo avere consumato un pasto presso il ristorante del punto vendita Ikea.

I blog, le testate giornalistiche e i link su facebook, allarmisti e poco rassicuranti, urlano alle polpette avvelenate.

  • Dopo lo “scandalo” della carne di cavallo le polpette Ikea attirano l’attenzione dell’utente e generano curiosità, malgrado ciò è sempre sbagliato “allarmare o seminare terrore”.

Intanto la famiglia che si è sentita male ora sta bene, dopo un breve ricovero in ospedale è stata dimessa. La diagnosi medica è “intossicazione alimentare” ma al momento non è stata riconosciuta nessuna polpetta avvelenata e nemmeno si può stabilire con certezza che l’alimento contaminato fosse contenuto nel vassoi del pranzo Ikea.

La multinazionale Ikea si è messa a disposizione degli inquirenti, ha sospeso la vendita delle polpette solo sospette ed ha consegnato alle autorità i campioni del cibo che stava servendo. Tutto questo è avvenuto il giorno stesso del fatto ovvero mercoledì scorso.

Per garantire una buona informazione va precisato che nessun altro avventore del ristorante si è sentito male e per ora nessuna Ikea ritira le polpette, 5 clienti si sono sentiti malefonte ufficiale incrimina le pietanze dell’Ikea.

La notizia è rimbalzata sui quotidiani italiani e nel web nostrano dopo essere stata data dal quotidiano Le Parisienne. Il quotidiano francese assicura che le autorità hanno aperto un’inchiesta e precisa che la direzione di Ikea Food Francia ha deciso in via precauzionale di ritirare tutte le polpette come quelle servite alla famiglia malcapitata. È nostro compito rassicurare tutti: in Italia la vendita di prodotti alimentari all’Ikea è sicura e nulla di ciò che vi viene servito può nuocere alla vostra salute.

Tra l’altro è scorretto confondere questa vicenda con quella della carne di cavallo e ad onor del vero va ribadito che anche lì l’errore di etichettatura, per quanto grave, non comportava nessun danno alla salute umana.

 

Segui Vita da Mamma su Facebook,
clicca qui per scoprire tutto sull’universo mamma e bambino:

Leggi anche

Seguici