Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Svezzamento: ciliegie quando si possono introdurre nella dieta del bambino

Ciliegie, svezzamento e dieta del bambino

Federica Federico

di Federica Federico

20 Maggio 2013

Svezzamento: ciliegie quando si possono introdurre nella dieta del bambinoTonde, rosse, succose, dolci e profumate, così sono le ciliegie! Grazie al loro aspetto colorato e per merito delle loro caratteristiche organolettiche, le ciliegie vengono molto apprezzate bambini!

Ma a quanti mesi il bambino può mangiare le ciliegie e questo frutto gustoso quali benefici può apportare alla dieta dei nostri figli?

Questo frutto buono e prezioso per la salute può essere introdotto nella dieta del bambino a partire dagli 11 mesi di vita.

È consigliabile selezionare ciliegie biologiche, non trattate con agenti chimici di alcun tipo,  provvedere ad un lavaggio non sommario, eventualmente immergendo i frutti nel bicarbonato ed è indispensabile eliminare il nocciolo e tagliare a pezzi piccoli ciascuna ciliegia.

In pochi grammi di ciliegie c’è tanta salute facilmente sfruttabile per assicurare una buona alimentazione ed idratazione del bambino.

Le ciliegie sono ottime alleate dell’idratazione corporea infatti ciascun frutto è per l’86% costituito da acqua, ciò favorisce l’apporto di liquidi al corpo (apporto fondamentale durante la stagione calda). Oltre ad avere proprietà reidratanti, le ciliegie contengono un ottimo Svezzamento: ciliegie quando si possono introdurre nella dieta del bambinopotenziale vitaminico essendo ricche di vitamine C, A e del gruppo B.

Non tutti sanno che le ciliegie sono anche ricche di acidi organici, e che tali acidi contribuiscono a mantenere un equilibrato livello di acidità (pH) nell’organismo. Siccome il corpo umano può ben funzionare solo in condizioni di acidità controllata (si dice che l’organismo debba tendere all’alcalinità) l’apporto garantito da un buon frutto stagionale come la ciliegia non è trascurabile.

Le ciliegie sono infine una importante fonte di minerali: contengono calcio, fosforo e potassio.

Tutto ciò pure avendo una misuratissima quantità di zuccheri (a parità di peso le ciliegie contengono meno zuccheri delle mele).

  • Un ottimo modo per presentare ai bambini piccoli le ciliegie e quello di aggiungerle, ben spezzate, allo yogurt naturale.

Svezzamento: ciliegie quando si possono introdurre nella dieta del bambinoAlle mamme e a chi si occupa dell’alimentazione dei bambini va ricordato che le ciliegie vanno consumate fresche, per questo è consigliabile acquistarne sempre poche evitando di farle permanere nel frigorifero (dove appunto vanno conservate) per più di 2 o 3 giorni.

Come si riconosce una ciliegia fresca?

Badate che le ciliegie che state acquistando abbiano una buccia liscia, lucida e tendenzialmente priva di lesioni (a volte anche il trasporto provoca ammaccature e lesioni, ma le ciliegie ferite sono inevitabilmente compromesse. Per l’alimentazione del bambino e del divezzo è sempre consigliabile selezionare alimenti integri ed inalterati). Diffidate dalle ciliegie bagnate esternamente, l’acqua rende la buccia lucida e brillante ma falsa anche l’analisi visiva del frutto. La freschezza è inequivocabilmente Svezzamento: ciliegie quando si possono introdurre nella dieta del bambinotestimoniata dalla presenza del peduncolo. Preferite le varietà locali anche quando sono più piccoline, non di rado le ciliegie più piccole sono anche le più gustose. Fidatevi sempre del chilometro zero e dei piccoli coltivatori anche locali, spesso questi modesti amanti della terra riescono a dare molte e reali garanzie di affidabilità del prodotto.

Qualcuno vi dirà che le ciliegie si possono congelare, è bene sapere che chef e nutrizionisti, pur non biasimando la congelazione, non ammettono l’uso la naturale delle ciliegie scongelate, suggerendo invece di usarle solo per la preparazione di creme, dolci e marmellate.

Leggi anche

Seguici