Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Come dimagrire mangiando: mangiare e non ingrassare a Natale

DottAntonio

di Dott. Antonio Cretella

29 Novembre 2010

Come affrontare i giorni di Natale senza prendere troppi chili?

Il periodo dell’anno con più feste sta per arrivare e con il Natale alle porte, è opportuno prepararsi per superare indenni le inevitabili abbuffate che ci saranno.

È vero, un mese non è molto, ma se vi impegnate e seguirete dei facili accorgimenti, vedrete che riuscirete a perdere qualche chilo, in modo da potervi concedere qualche sgarro in più durante le feste. Basteranno davvero delle piccole attenzioni, come evitare di assaggiare i cibi prima dei pasti, o resistere alla tentazione di mangiare i cioccolatini che ha portato in ufficio la collega. Bevete almeno due litri d’acqua al giorno in modo da liberare l’organismo dalle tossine, e appena possibile approfittate dei benefici delle tisane, mentre cercate di evitare gli alcolici.

Spesso, nell’illusione di risparmiare qualche caloria, facciamo sostituzioni che, invece, dal punto di vista nutritivo sono del tutto inutili. Per colpa dei tanti luoghi comuni sull’alimentazione “sana e leggera”, ci priviamo spesso di ciò che ci appaga, scegliendo alternative altrettanto caloriche. Qualche esempio che può servire per non fare scelte insensate.

Il pandoro equivale al panettone, il cioccolato amaro nero fa ingrassare quanto quello al latte, una manciatina di noci e nocciole è più calorica di qualsiasi dessert, i ravioli ricotta e spinaci non sono più leggeri di quelli di carne, lo zampone non è più grasso del cotechino, i formaggi freschi non sono più innocenti di quelli stagionati.

In ogni caso, però, la strategia dietetica che funziona sempre nelle occasioni mondane è “moderazione“, magari spalmata con un velo di “buon senso” e autocontrollo. Prima di tutto fate sempre colazione: questo presupposto, importantissimo sempre, diventa fondamentale nei giorni delle feste, poichè dopo il digiuno notturno non c’è niente di meglio di una abbondante prima colazione per stimolare il metabolismo e saziare a lungo. Una buona prima colazione è composta da parti uguali di fibre, carboidrati e proteine. Un esempio di colazione ideale potrebbe essere: una mela, una tazza di fiocchi di cereali o riso quanto più possibile semplici e non arricchiti di zucchero o grassi vegetali idrogenati, in latte vaccino scremato o vegetale (soia, riso) più una manciata di semi oleosi (noci, mandorle, nocciole ecc.), che contengono ben il 30% di proteine e acidi grassi omega3.

Molto importante è poi predisporsi mentalmente a mangiare solo mezze porzioni. Le portate nei giorni di festa sono in genere troppo  numerose. Ma è possibile mangiare di tutto Natale d’altronde arriva solo una volta all’anno, avendo l’accortezza di dimezzare le porzioni di ciascuna portata. Unica eccezione le verdure, specie se crude, di cui ci si potrà anche rimpinzare. Le verdure saziano grazie alle fibre e all’acqua che contengono, limitando la voglia e lo spazio nello stomaco per altri cibi più “temibili”, come i dolci.  

Masticate a lungo e con calma, assaporando e godendovi il cibo con tutti i sensi, non solo con il gusto, ma anche con la vista e l’olfatto. Ci si sazierà prima e in maniera più completa e soddisfacente, non solo perché si sarà meccanicamente riempita la pancia, ma dimagrire mangiando lentamente è possibile. Una prolungata masticazione permetterà inoltre di digerire meglio.

Evitate di saltare i pasti, rimanendo digiuni fino a cenoni e pranzi natalizi. Il digiuno, anche di poche ore, non solo fa arrivare famelici al temuto/amato appuntamento, ma rallenta il metabolismo, con tutto quello che ciò comporta, compresa la facilità a mettere su chili. L’atto stesso di mangiare, cibi sani, ovvio, e digerire promuove il dimagrimento, per quanto possa sembrare in apparenza strano, perché attiva una serie di processi metabolici che consentono di bruciare calorie.

Bevete molto, anche prima e durante i pasti. L’acqua ha un grande effetto saziante e aiuta a non esagerare con il cibo.

Praticate esercizio fisico. Il periodo delle festività, con la riduzione dei ritmi lavorativi, è particolarmente indicato a questo scopo. Se corsa, nuoto, bicicletta proprio non fanno per voi, ci si potrà dedicare alla camminata a passo veloce, cogliendo anche ogni occasione utile per lasciare l’auto in garage e spostarsi a piedi.

Quando poi Natale, Capodanno ed Epifania saranno passati, sarà bene riprendere quanto prima un sano regime alimentare.


Leggi anche

Seguici