Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Elizabeth, la bimba ‘pesce’ di 16 mesi che sconvolge il web [VIDEO]

Ha solo 16 mesi ma nuota come una campionessa. Da quando il video è stato caricato su YouTube, ha avuto più di un milione di visualizzazioni e ha anche ricevuto molte critiche. I genitori hanno comunque risposto a tutti gli 'attacchi'

di Fabiana Cipro

02 Luglio 2013

A soli 16 mesi di età, questa bambina è improbabile che abbia camminato a lungo, per non parlare della padronanza che possa avere per qualsiasi altra attività fisica. Ma questo incredibile video mostra come la piccola Elizabeth nuoti senza aiuto e sembri completamente a suo agio in acqua.

La bimba nuota senza paura a faccia in giù, e si gira sulla schiena per riposare quando ha bisogno di respirarePoi la si vede anche, senza i braccioli, mentre nuota verso il lato opposto della piscina senza aiuto, senza nemmeno prendere un attimo di respiro. La straordinaria impresa ha ricevuto molte critiche dagli utenti di YouTube. In particolare, le persone si sono preoccupate che Elizabeth è costretta a nuotare quando è stanca e non vuole. Ma il commento dei genitori a corredo del video, spiega e tranquillizza gli internauti.

Rispondendo ai commenti, papà Adam, che ha postato il video, ricorda che lui è un infermiere e sua moglie è stata una bagnina per sei anni oltre ad aver insegnato nuoto. Evidenziano inoltre che entrambi sono formati professionalmente in rianimazione cardiopolmonare (CPR). Elizabeth, è stata adeguatamente allenata da istruttori sulle tecniche di nuoto infantile. Adam chiarisce: “In nessun modo possiamo costringere i nostri figli a fare qualcosa che loro non sono disposti a provare. Siamo in grado di capire la fatica che lei fa in piscina. Elizabeth è molto determinata e talvolta vuole fermarsi e girarsi sulla schiena per respirare come le è stato insegnato e qualche volta lei vuole trattenere il respiro per tutto il percorso. Sono sempre pronto a saltare in acqua al primo segno di pericolo“.

Adam raccomanda a tutti i genitori di insegnare ai loro figli a nuotare “perché ci vuole solo un momento ai bambini per finire sott’acqua e annegare. Alcune volte la differenza tra la vita e la morte possono essere sei centimetri di acqua e la loro capacità di capovolgersi sulla schiena per respirare“, avverte.

A un certo punto del video, sembra come se i genitori siano stupiti del fatto che Elizabeth abbia nuotato verso l’altro lato della piscina. Spiegando da cosa derivasse il loro stupore in quel momento, Adam aggiunge: “Il mio stupore non sta nel fatto che lei sia riuscita ad attraversare a nuoto la piscina perché ho sempre saputo che poteva farlo. Il mio stupore deriva dal fatto che lei non si è voltata per tornare da me. Questa è stata la prima volta che non è venuta verso di me :)  Per favore! Non basta buttare il bambino in acqua e aspettarsi che lui sappia nuotare. Questo è pericoloso ed è un modo rapido per traumatizzarlo e spaventarlo. L’ISR utilizza tecniche specializzate nella formazione dei neonati e dei bambini“.

Dopo le dovute spiegazioni, i genitori hanno ricevuto una raffica di commenti positivi. In tanti hanno scritto che la bambina sarà una stella del nuoto olimpico, e si sono congratulati con i genitori per averle permesso di imparare a nuotare pur essendo così piccola.

 

Leggi anche

Seguici