Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Feti riprodotti con stampanti in 3D per le mamme che lo vogliono come ricordo

L'azienda utilizza delle stampanti in 3D per riprodurre il viso o l'intero feto quando è ancora nel grembo materno

di Fabiana Cipro

22 Luglio 2013

Dimenticate le immagini sgranate in bianco e nero – una società giapponese sta offrendo ai genitori in attesa del loro figlio, delle riproduzioni del viso del bambino mentre è ancora nel grembo materno.

L’azienda FASOTEC che si occupa di ingegneria medica, utilizza stampanti in 3D per trasformare le ecografie in repliche del feto, che vengono fatte in resina color crema per circa 500 dollari. Ma non è tutto, l’azienda con sede a Tokyo può anche ricreare altre parti del corpo e analizzare gli organi così i medici possono controllare in maniera più accurata. 

Il portavoce della Fasotec, Tomohiro Kinoshita, ha detto alla AFP: “Dato che le mamme sono incinta di quel determinato bambino solo una volta nella vita, abbiamo ricevuto richieste di questo tipo di modelli da donne in gravidanza che non vogliono dimenticare i sentimenti e le esperienze di quel tempo“. L’azienda si avvale di una tecnica di stratificazione per costruire il modello in 3D basato sulle ecografie.

La madre del neonato Kyosuke, nella foto, ha ordinato il modello in resina del suo volto quando era incinta di otto mesi

Le ecografie sono di solito fatte durante gli otto o nove mesi di gravidanza. Le stampanti tridimensionali sono come le stampanti a getto d’inchiostro, semplicemente depositano strati di materiale uno sopra l’altro. La FASOTEC le ha utilizzate per produrre modelli di 9 centimetri di un intero feto racchiuso in un blocco trasparente, ma smesso di farlo a causa dei possibili rischi del fare le risonanze magnetiche durante la gravidanza. 

Leggi anche

Seguici