Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Voglio Avere una Figlia Femmina (o un Figlio Maschio), Come Fare?

Leggende, dicerie e ipotesi scientifiche per determinare in anticipo il sesso del nascituro

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

12 Settembre 2013

Almeno fino a prima dell’avvento della tecnologia la gravidanza delle donne era avvolta da un alone di fascino e mistero: sarà un maschietto o una femminuccia?

Oggi l’ecografia raramente sbaglia, e le donne che lo desiderano sanno già ampiamente in anticipo cosa ha loro destinato la natura.

Ma cosa si può fare per riuscire a determinare il colore del fiocco del nascituro?

Le teorie abbondano, le leggende e le dicerie hanno origine nella notte dei tempi, in rete poi è un pullulare di consigli e suggerimenti per far sì che i propri desideri prendano forma ancor prima dell’ ovulazione.

Ma quanto funzionano questi stratagemmi per la determinazione del genere in gravidanza?

Proviamo a scoprirlo.

Cosa funziona scientificamente nella determinazione del colore del fiocco di nascita.

> Aspetto

Uno studio dice che le persone belle hanno maggiore probabilità di concepire una bimba

Uno studio ha ipotizzato che le persone più “belle” abbiano più probabilità di concepire femmine invece che figli maschi. Questo avviene, sempre secondo lo studio, nel 56% dei casi.

La valenza scientifica dello studio è bassa, probabilmente alla base della statistica, più che di scienza si dovrebbe parlare di coincidenza.

> Il metodo Shettles.

Sembra che questo metodo abbia provato che la differente velocità del liquido seminale nel veicolare il cromosoma Y o X possa essere veicolato:  gli spermatozoi di tipo Y sono più veloci di quelli di tipo X, se si ha un rapporto con un anticipo di circa 3 giorni dall’ovulazione si aumentano le possibilità di concepire una femminuccia, viceversa con rapporti il giorno dell’ovulazione si concepirà un maschietto.

Funziona? I sostenitori del metodo lo danno sicuro al 90%, ma in questo caso l’imparzialità dice altro.

> Dieta.

Il dottor Joseph Stolkowski ha ipotizzato che la dieta dei genitori possa influenzare anche il concepimento:

Il PH del secreto vaginale infatti se poco acido, e dunque basico, potrebbe favorire il concepimento di un maschio, all’opposto, se molto acido, gli spermatozoi del gruppo cromosomico  Y verrebbero bloccati a favore di quelli del gruppo X, che danno luogo al concepimento di una femminuccia.

Anche questa teoria è dai molti avversata in quanto più fattori determinano le condizioni del concepimento, e solo una particolare alimentazione non basta a influenzare la selezione dei cromosomi

> Selezione

In alcuni paesi, durante la fecondazione assistita è possibile scegliere il sesso del nascituro

In alcuni paesi (tra cui non c’è l’Italia) è possibile, durante la fecondazione assistita, fare una selezione dei cromosomi affinchè il genere sessuale possa essere stabilito “in provetta”.

Al momento questo è l’unico metodo scientifico che consente con esattezza di determinare se il fiocco sarà rosa o celeste, ma va da sé che in quanto a etica non è forse il modo migliore per volere un figlio.

Cosa invece “si dice” che funzioni.

> La Luna.

Le fasi lunari da sempre al centro delle dicerie sulla determinazione del sesso dei figli

La luna sarebbe responsabile nella maggior parte delle credenze popolari e a tutte le latitudini nella scelta del sesso per il proprio figlio.

La luna piena serve per chi vuole una bambina, fare l’amore con un quarto di Luna predispone ad un maschietto.

E tra luna crescente e luna calante chissà quante avranno sprecato delle buone occasioni stando alla finestra, se non per scegliere il sesso del proprio figlio, almeno per godersi un po’ di intimità con il proprio partner!

> Posizione

Alcune leggende, oramai diventate pane anche per gli internauti, sostengono che la posizione dell’amore possa influire sul genere del nascituro: il missionario favorirebbe la nascita di una bimba, mentre la posizione del lupo ( o antilope fate voi!) farebbe concepire un maschietto.

> Astinenza

Alcuni sostengono che praticare astinenza la settimana che precede l’ovulazione aumenta le possibilità di avere una femmina.

Anche qui vale la stessa considerazione delle fasi lunari: sai che spreco di occasioni…

> Maratona di amore

Di parere opposto al precedente chi sostiene che con tour de force di amplessi si possa scegliere di avere una femminuccia in quanto, essendo più veloci gli spermatozoi portatori del cromosoma X, con più eiaculazioni si avrebbero più possibilità di concepire una bimba.

E questo, almeno, è un consiglio che si può decidere di seguire, se non altro per essere più soddisfatti, maschi o femmine che verranno.

> L’Iniziativa

Un vecchio adagio dice che se l’iniziativa parte dalla donna, allora arriverà una femminuccia. Quale sia il fondamento di questa diceria però, personalmente non lo comprendo, e sembra oltretutto di origine maschilista!

> Ghiaccio

Un’altra ipotesi è quella di mettere una borsa di ghiaccio sui testicoli un po’ prima del rapporto sessuale (non molto però, mi raccomando!).

Sembra che questo metodo sia stato scientificamente provato con i coccodrilli, che con uova covate a temperature inferiori a 32 gradi concepiscono solo maschi.

Sull’uomo però non è stato provato che funzioni, anzi, temperature così basse, e per periodi prolungati possono mettere a serio rischio la fertilità.

Insomma, ad ascoltare tutti i consigli, per fare l’amore e volere concepire un bimbo bisognerebbe: aspettare la luna mangiando molto yogurt, scegliere di farlo dentro il frigo con posizioni sexy ma scomode, attendere l’ora esatta e che sia una notte senza nuvole, farlo per un minimo di 12 ore avendo aspettato un mese…. Ma non sarebbe meglio lasciar fare al caso e godersi la serata??

Leggi anche

Seguici