Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

La Bicicletta del Futuro, direttamente dalla terra degli Hobbit (Guarda il Video)

Viene dalla terra degli Hobbit ed ha un nome curioso. Ecco la bicicletta del futuro

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

17 Settembre 2013

La bicicletta elettrice del futuro arriva da molto lontano, precisamente dalla Nuova Zelanda, ed ha un nome curioso: si chiama Yike Bike e potrebbe davvero diventare la più amata dai ciclisti e non.

Innanzitutto ha un look innovativo, sembra un triciclo ma è adatto a persone adulte e ha una portata fino a 120 kg.

Il sito dell’azienda costruttrice dice che la Yike bike è fatta per durare: test hanno simulato oltre 15.000 km di pedalata, su terreni impervi a massime velocità e con frenate improvvise, cosa che una bicicletta  normalmente fa in parecchi anni di attività.

Si può scegliere del colore preferito, ma la caratteristica che la farà crescere in successo è la facilità nel portarla.

Nel sito infatti alla voce portabilità viene spiegato come sia facile arrivare ad un appuntamento in bici, e se si scarica nel bel mezzo della strada, si può prendere un taxi semplicemente “ripiegando” la bici e portandola con se in auto.

In effetti la comodità di questa bicicletta pieghevole è massima, una volta richiusa ha un ingombro minimo.

Altra caratteristica è l’eleganza: sulla Yikebike non si dovrà più essere costretti ad infilare i pantaloni nei calzini, come accade alle normali bici sulle quali si deve pedalare, evitando così look goffi e poco accurati.

Ha una linea innovativa e unica, anche al buio è visibile grazie ai due fari posti sul manubrio, e la casa assicura anche una migliore socializzazione: chiunque veda un biker sulla Yikebike, sostiene l’azienda, verrà senz’altro “attraccato” e subissato di domande sul suo mezzo di trasporto così futuristico.

Il costo è ancora altino, circa 1500 euro, ma chi l’ha provata sostiene che li vale tutti!

Leggi anche

Seguici