Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

La Festa di Halloween: Origini e Tradizione

Origini e Tradizioni di una delle maggiori celebrazioni anglosassoni: Halloween

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

11 Ottobre 2013

La Festa di Halloween è una celebrazione principalmente americana che si festeggia la notte del 31 ottobre, la vigilia di Ognissanti.

Halloween ha le sue origini nelle tradizioni della cultura celtica, il cui simbolo è la zucca intagliata che funge da lanterna, chiamata Jack o’ Lantern. Altri elementi della festa sono tutti quelli legati all’arcano mondo di streghe e personaggi dell’occulto.

Il nome Halloween deriva da All Hallows Eve, ovvero la vigilia di Ognissanti (All Hollows day).

Jack o’Lantern, ovvero l’usanza di intagliare zucche con fogge di volti spaventosi, ha origine nella tradizione anglosassone di intagliare le rape per celebrare le anime rimaste bloccate in Purgatorio.

Jack O' Lantern, il personaggio simbolo di Halloween

Già dalla metà del Novecento, negli Stati Uniti, gli immigrati utilizzarono per la vigilia di Ognissanti le zucche, più facilmente reperibili nel nuovo continente e vegetale tipico della stagione.

I colori caratteristici della festa sono, per ovvi motivi, il nero e l’arancio.

Negli Stati Uniti, la sera del 31 ottobre, è usanza travestirsi. I bambini si mascherano con abiti che evocano streghe e altri personaggi “maligni” che si aggirano poi nelle strade dei quartieri, bussando alle porte con la classica frase “Trick or treat?”.

In Italiano la frase è stata tradotta “Dolcetto o scherzetto” per adeguarla alla lingua e all’occasione, in realtà la traduzione letteraria sarebbe “Sacrificio o maledizione?”, la cui risposta si trasforma da parte del padrone di casa in una “donazione” di dolcetti (sacrificio) ai bambini in costume.

Storicamente, la pratica dei travestimenti trae origine dall’usanza Irlandese e britannica del tardo medioevo dei mendicanti:

In occasione della festa di Ognissanti, questi andavano girando per le case bussando alle porte nella speranza di ricevere cibo in cambio di preghiere e benedizioni per i morti, durante il giorno della commemorazione dei defunti (ovvero il 2 novembre).

Alcuni storici fanno risalire addirittura al periodo romano l’origine della festa.

Il rito di Pomona, dea dei frutti e dei semi alla quale venivano deposti doni in cambio di benedizione potrebbe essere tra le prime celebrazioni ad aver dato origine all’odierna Halloween.

Altri invece (così come documenta persino l’Enciclopedia Britannica) ritrovano nella festa celtica di Samhain l’antenato di Halloween, che era tra i gaeli e i Celti la festa della fine dell’estate, che coincideva circa 2000 anni fa con il 1° novembre.

A questo si aggiunge che, essendo i Celti un popolo agricolo, la fine dell’estate coincidesse anche con il potere che gli spiriti avevano sui raccolti del nuovo anno.

Per porre fine alle celebrazioni panteistiche e pagane poi, nel 840 venne istituita come festività religiosa Cristiana da Papa Gregorio IV, dando così carattere religioso a questa festa popolare.

La festa di Ognissanti venne bandita nel mondo anglosassone con il protestantesimo, sebbene negli Stati Uniti principalmente continuasse ad esistere come festa laica.

E lì, nel ’900, è divenuta una delle feste più importanti dell’anno.

Oggi la festa è celebrata come una sorta di Carnevale in tutti i paesi anglofoni, con party in costume, serate e tema, sia per bambini ma anche per grandi.

 

 

 

 

Leggi anche

Seguici