Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Trova Brutta Sorpresa nel Barattolo di Fagioli di Famosa Marca

Addirittura potrebbe averli mangiati

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

14 Marzo 2014

“Un lettore trova due piccoli insetti nei fagioli cannellini Esselunga. La risposta della catena di supermercati”.

Quanto appena scritto è la presentazione del post comparso ieri sera sulla pagina facebook del sito “Il Fatto Alimentare”.

Come si evince dall’introduzione all’articolo, a segnalare l’accaduto una loro lettrice preoccupata, oltre che ovviamente disgustata, dal “ritrovamento” di alcuni insetti in un barattolo di fagioli marcato Esselunga.

Ecco la “denuncia” della signora riportata su Il Fatto Alimentare:

“Gentile redazione, volevo segnalarvi che in un barattolo di fagioli Esselunga cannellini acquistato nel supermercato di Vigevano ho trovato due insetti (Tonchio, credo) proprio all’interno del fagiolo. Purtroppo sono solo 2… gli altri me li sarò mangiati (vedi foto a sinistra). Non so se sono un pericolo per la salute… certo è che qualcosa non va. Spero possa interessare… e che non si ripeta. 

Ecco i riferimenti: numero lotto: XLH 190 C 1332 Scadenza: 31 12 2017 … anche se il 7 pare più un punto di domanda.”.

Roberto La Pira, giornalista tecnologo alimentare e direttore del sito, nonché autore della risposta al sopra esposto quesito, ha dapprima precisato che il presunto ed inatteso spuntino, pur sgradevole che sia, non presenta alcun rilevante problema dal punto di vista sanitario in quanto trattasi di conserve sterilizzate.

Purtroppo, anche se questa cosa non piace molto ai lettori, si tratta di incidenti che possono capitare anche nelle migliori aziende dotate di controllo qualità e di un sistema produttivo sottoposto all’Haccp” scrive La Pira.

Ecco invece la risposta, riportata in chiusura di articolo, dell’azienda:

“Il tonchio è un infestante tipico dei legumi e per tale motivo sia Esselunga sia il produttore sono bene a conoscenza della problematica che viene monitorata in ogni fase della produzione. Dai controlli effettuati non risultano anomalie e il caso riportato ad oggi è per noi isolato. Sarebbe interessante avere il corpo estraneo per poter effettuare ulteriori approfondimenti”.

Leggi anche

Seguici