Seguici:

Dente Nero nei Bambini: Cause e Cure

Il dente nero che si manifesta quando muore la polpa dentale e si forma una sorta di granuloma nella radice, nei bambini avviene per diverse ragioni,eccole:

Valerio Gestri

di Valerio Gestri

07 Ottobre 2015

Durante la nascita e lo sviluppo dei denti da latte del bambino possono accadere dei traumi dentali dovuti a vari fattori. Primo fra tutti il succhiarsi il pollice o l’eccessivo succhiare del ciuccio che porta ad uno spostamento e quindi un avanzamento dell’arcata dentale superiore. Secondo, i primi passi del bambino e quindi le diverse cadute ad esse legate.

Quando il bimbo cresce, attraverso le cattive abitudini alimentari e lo sport, può avere dei traumi ai denti.
Questi traumi si possono prevenire o curare in diversi modi. Innanzitutto, mettere al bambino un paradenti o altre protezioni adeguate se fa sport ad alto rischio traumi (e in modo particolare traumi dentali), mantenere la sua igiene orale totale ed evitare di fargli ingerire cibi ad alto contenuto di zuccheri. Per curarli, se il problema per esempio è la sporgenza dell’arcata, basta andare da un dentista che applicherà un particolare apparecchio per la correzione dei denti.

Vi sono però dei traumi che riguardano non la forma dell’arcata dentaria ma il dente vero e proprio. Per esempio la frattura coronale o radiocolare o problemi alla polpa del dente o alla radice.
Si può parlare di lussazione se il dente si sposta dalla sua posizione verso l’interno o avuslione quando il dente viene completamente espulso.
Se il bambino presenta dei problemi del genere, va portato immediatamente dal dentista che troverà ua soluzione anche se apparentemente il trauma può sembrare nullo.

dente nero

 

Il traumatismo nei denti da latte: il dente nero nei bambini

Alcuni traumi possono portare per esempio:

– anchilosi: ovvero la scomparsa delle fibre del dente che a sua volta perde la sua mobilità e porta notevoli problemi nella fase di masticamento.
– la radice di riassorbe fino addirittura a scomparire e si crea un’alterazione delle cellule
– il cosiddetto dente nero che si manifesta quando muore la polpa dentale e si forma una sorta di granuloma nella radice. Spesso questa patologia si presenta senza sintomi e si nota solamente per il cambiamento di colore del dente (dente nero nei bambini).

Dato che la maggior parte dei traumi sono asintomatici, si consiglia sempre il continuo controllo.

dente nero bambino

Come risolvere i traumi dentali?

Innanzitutto, bisogna fare attenzione al dente del bambino, se è già sviluppato o meno, specialmente alla radice. Se muore la polpa di conseguenza blocca anche la radice ed è per questo che il medico consiglierà di agire su di essa. Se invece vi è un’espulsione del dente, esso va reimpiantato nell’alveolo che deve essere conservato nella saliva o in bocca, non nell’acqua.
Si sta parlando di traumi dentali riguardanti i denti da latte, ma è importante agire quanto prima perché la mancata cura di questi traumi può portare a dei seri problemi nel dente definitivo che crescerà.
Ovviamente ogni bambino e ogni età può avere dei traumi dentali. Durante la prima fase di crescita del dente, se si hanno traumi, si possono creare problemi alla struttura del dente che verrà poi permanente.

Se invece la radice si è già formata, anche se vi è un trauma, questo porterà problemi meno gravi ai denti permanenti. Nell’ultimo caso, la radice piano piano si riassorbe e va a sostituire il dente. La cosa importante, però, è che questi traumi ai denti da latte non creino infezioni.

Dato che stiamo parlando di bambini che ad una certa età difficilmente sanno come esporre un dolore o un problema di un certo tipo, la cosa migliore da fare è farli sempre controllare da un medico e da un dentista che valuterà la situazione e si accorgerà se la dentatura del bimbo ha subito dei traumi. A volte non è necessario, ma spesso capita di dover asportare il dentino da latte. Questo può creare uno spazio eccessivo, ma almeno si evitano determinate infezioni che altrimenti andrebbero ad intaccare il dente permanente sottostante.

 



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici