Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Viaggio di una madre: la storia di Cyndie e Derek

Il viaggio di una madre è un documentario fotografico che racconta la storia, o meglio la lotta, di una madre rimasta accanto al figlio malato di cancro

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

25 Maggio 2017

Raccontare la malattia non è mai facile, le persone tendono a fuggire dinnanzi ad essa perché spaventate ed impaurite da ciò che non conoscono e non possono controllare.

In tanti distolgono lo sguardo per non assistere al dolore e alla sofferenza di chi inerme non può far altro che cedere alla sua malattia.

 

La fotografa Renée C. Byer ha invece deciso di affrontare tutto ciò documentando attraverso i propri scatti il viaggio di una madre, Cyndie che, per più di un anno, ha lottato con tutte le sue forze contro la malattia che lentamente stava consumando il suo bambino.

 Viaggio di una madre: la storia di Cyndie e del suo piccolo Derek.

Viaggio di una madre: la storia di Cyndie e del suo piccolo Derek

Il progetto “A Mother’s Journey” (traducibile nel viaggio di una madre), ha inizio più di 10 anni fa a Sacramento, città statunitense, capoluogo dell’omonima contea nonché capitale dello Stato della California.

Qui vive Cyndie French, madre single di 5 figli, proprietaria di un salone di bellezza al quale ha dovuto rinunciare per poter stare accanto al figlio malato.

 

Nel novembre del 2004 infatti i medici diagnosticarono a Derek Madsen, il minore dei suoi figli maschi (l’ultimogenita è una femminuccia, Brieanne che all’epoca dei fatti aveva 6 anni), un neuroblastoma, un tumore infantile maligno che colpisce il sistema nervoso simpatico.

Da quel momento ebbe inizio il viaggio di una madre in quanto la Byer si offrì di documentare la dura e lunga lotta che la famiglia dovette affrontare negli anni successivi.

Un progetto che consentì non solo alla fotografa di vincere nel 2007 il Premio Pulitzer ma soprattutto di rendere omaggio alla grandissima forza di una donna, una mamma, che con coraggio e dedizione è rimasta accanto al suo bambino fino all’ultimo istante della sua vita.

 

Parte della storia del viaggio di una madre è riportata proprio sul portale web dedicato all’ambito premio  americano, unitamente alle foto che mostrano sia i momenti felici che quelli più duri e difficili vissuti da Cyndie e Derek.

Viaggio di una madre: la storia di Cyndie e del suo piccolo Derek

Quest’immagine ad esempio è stata scattata il 21 giugno del 2005 presso l’UC Davis Medical Center di Sacramento, Cyndie spinge la carrozzina del figlio di 10 anni nel tentativo di distrarlo: erano in attesa del prelievo di midollo osseo per valutare un possibile trapianto di cellule staminali.

 

Questa seconda immagine invece, divenuta in un certo qual modo il simbolo del viaggio di una madre, mostra la donna che il 25 luglio del 2005 abbraccia il suo bambino dopo aver saputo che quest’ultimo necessita di un intervento chirurgico per rimuovere la massa tumorale presente nel suo addome.

Viaggio di una madre: la storia di Cyndie e del suo piccolo Derek

È stato proprio allora che Cyndie ha deciso di rinunciare al suo salone per potersi dedicare interamente a Derek.

 

Il 28 luglio del 2005 il bambino viene operato e successivamente inizierà la radioterapia, sempre supportato dalla madre e dal fratello maggiore Micah, che nonostante gli impegni scolastici lo accompagnerà spesso in clinica per effettuare le terapie.

 

Dopo aver saputo che per Derek non c’erano speranze di vita, consapevole che il suo bambino, ormai 11enne, non sarebbe mai riuscito ad avere la patente, Cyndie gli lasciò guidare la sua auto. Era il 9 febbraio del 2006.

Viaggio di una madre: la storia di Cyndie e del suo piccolo Derek

Da quel momento le foto che raccontano il viaggio di una madre si fanno sempre più forti e mostrano quanto dolore e sofferenza ci possa essere dietro la malattia.

Viaggio di una madre: la storia di Cyndie e del suo piccolo Derek

È il 14 febbraio del 2006, stanco di stare male, stanco di vedere i medici e di trascorrere il suo tempo in ospedale, Derek rifiuta ulteriori trattamenti radioterapici per ridurre i tumori che si stavano man mano diffondendo nel suo corpo.

In lacrime, rivolgendosi alla madre, afferma:

<<Non mi interessa, portami a casa. Ho finito. Mamma mi stai ascoltando? Ho finito!>>.

In seguito Cyndie riuscirà a convincerlo a subire i trattamenti ma i mesi successivi saranno per loro i più duri da affrontare.

 

Nel mese di aprile la forza di Derek verrà messa ancora a dura prova dal tumore allo stomaco e da un tumore al cervello che gli impedirà di vedere e di mantenere l’equilibrio.

Anche Cyndie, dopo una lunga veglia di 24 ore, si accascia a terra singhiozzando, cedendo per un attimo al dolore e allo strazio nel dover continuare a veder inerme il suo bambino soffrire.

Il 10 maggio del 2006 il viaggio di una madre sembra volgere al termine, in quel giorno infatti Byer riprendere Cyndie e Derek nei loro ultimi momenti insieme.

<<Nel mio cuore so che ho fatto tutto il possibile>> si ripeterà la donna prima di dare un ultimo bacio al suo piccolo.

Nell’ultima foto, quella che chiude il progetto fotografico “A Mother’s Journey”, Cyndie, insieme ai figli maggiori Anthony Moffe, Micah Moffe e Vincent Morris e altri amici accompagnano Derek nel suo ultimo viaggio.

Era il 19 maggio del 2006 quando fu seppellito presso il Mount Vernon Memorial Park di Fair Oaks, in California.

Viaggio di una madre: la storia di Cyndie e del suo piccolo Derek

Il viaggio di una madre racconta la sofferenza, il dolore e la parte più dura e vera della malattia ma racconta anche la gioia e il desiderio di voler stare insieme ma soprattutto l’amore e la dedizione di una mamma che oggi ha perso una parte di se stessa.

 

Fonte: Pulitzer – Imgur

Seguici