Seguici:

Spinaci surgelati Bonduelle: i risultati delle analisi

E' ufficiale, sono stati resi noti gli esisti delle analisi effettuate sui 4 lotti di spinaci surgelati Bonduelle ritirati dal mercato la settimana scorsa.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

10 Ottobre 2017

“Avviso ai consumatori: gli “Spinaci Millefoglie Bonduelle” sono sicuri”.

Così esordisce un nuovo comunicato che l’azienda ha provveduto a diffondere nella giornata di ieri attraverso il proprio portale web.

Il ritiro precauzionale di 4 lotti di Spinaci surgelati Bonduelle, effettuato in seguito alla notizia di una famiglia ricoverata per intossicazione alimentare, è ormai rientrato.

Spinaci surgelati Bonduelle: non c’è mandragora.

Spinaci surgelati Bonduelle: non c’è mandragora

Come annunciato nel precedente “Avviso ai consumatori”, il richiamo degli spinaci surgelati Bonduelle – nello specifico gli spinaci millefoglie riportanti sulla confezione il numero di lotto 15986504, 15986506, 15995174 e 16008520, tutti con scadenza 8/2019 – era stato deciso dall’azienda a scopo precauzionale.

 

Il tutto era partito da una segnalazione, un’intera famiglia – papà 60enne, mamma 55enne e due figli, un 16enne ed un 18enne – ricoverata presso l’ospedale Fatebenefratelli di Milano nella notte tra sabato 30 settembre e domenica 1° ottobre 2017 per intossicazione alimentare.

I medici sospettavano la presenza di mandragora, una pianta tossica appartenente alla famiglia delle Solanaceae, nota più comunemente con il nome Mandragola, nella confezione di verdura consumata da tutta la famiglia.

In attesa che venissero effettuate le debite analisi di controllo su tutta la verdura consumata dalle 4 persone intossicate, la ditta aveva deciso per il ritiro precauzionale degli spinaci surgelati Bonduelle.

Oggi, a più di una settimana dal ricovero della famiglia milanese, l’azienda francese rende noti i risultati delle analisi effettuate sui propri prodotti:

<<Le analisi effettuate dall’Agenzia di Tutela della Salute della Città Metropolitana di Milano confermano che non c’è presenza di sostanze anticolinergiche all’interno del prodotto Bonduelle>>.

I risultati, almeno per quanto concerne gli spinaci surgelati Bonduelle, sono dunque risultati negativi, resta quindi ancora dubbia l’origine dell’intossicazione alimentare che ha costretto un’intera famiglia al ricovero ospedaliero.

Spinaci surgelati Bonduelle: non c’è mandragora

Nella nota che l’azienda ha pubblicato sul proprio sito si legge che le 4 persone intossicate non avevano consumato solo gli spinaci surgelati Bonduelle ma avevano “consumato un pasto a base di verdure tra cui Spinaci Millefoglie Bonduelle surgelati, e altre verdure acquistate presso un mercato rionale”.

La ditta si dice inoltre lieta dell’esito delle analisi ribadendo che la sicurezza dei consumatori è per loro una priorità assoluta.

Spinaci surgelati Bonduelle: non c’è mandragora

 

 

Fonte: Bonduelle

 



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!
Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici