Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Abbraccio contenitivo per curare i bambini: come si fa e cos’è

Federica Federico

di Federica Federico

30 Marzo 2018

L’ abbraccio contenitivo è un sistema che si può definire affettivo, calmante e educativo.

 

Per usare un termine che identifichi meglio l’azione che l’abbraccio realizza, si può dire che l’ abbraccio contenitivo è una tecnica con cui il genitore può decidere di approcciare positivamente e dolcemente alle crisi del bambino.

 

L’approccio dell’ abbraccio contenitivo nasce nella psicopedagogia rivolta alla cura dello spettro autistico (più precisamente appartiene al metodo Holding). Questa tecnica è stata mutuata ed estesa ad ogni bambino, nonché affinata, da Martha G. Welch.

abbraccio contenitivo

Perché abbraccio contenitivo, cosa significa e cosa realizza questa tecnica?

 

L’ abbraccio è un azione ma è anche un atto di contenimento:

fattivamente l’abbraccio (cioè le braccia che cingono) contiene, ovvero tiene dentro di sé, il bambino che viene abbracciato. Da qui il termine abbraccio contenitivo.

 

La tecnica dell’ abbraccio contenitivo diventa una strategia educativa e calmante nel momento in cui chi abbraccia accoglie non solo un corpo ma tutte le sue emozioni, cosiddetto contenimento emotivo.

 

L’ abbraccio contenitivo si realizza cingendo tra le braccia, con fermezza e conforto pieno, il bambino che piange, scalcia, urla, si lamenta e si oppone. Senza fargli male, senza imporgli una costrizione e senza esprimere in nessun modo negatività. Favorire il rapporto visivo è altresì buona norma e di massimo aiuto nel contenimento delle emozioni.

 

Io ti abbraccio prechè ti accolgo; l’errore, la punizione, il rifiuto, l’astio, restano fuori da questo contatto genitore figlio.

 

 

Il bambino che percepisce il valore di assoluto atto amorevole di questo abbraccio facilmente si acquieta e la calma del bambino è il solo presupposta capace di fondare il dialogo e quindi di spianare la strada a un rapporto di interscambio e crescita emotiva del piccolo.

abbraccio contenitivo

Se il bambino scalcia, si ribella, si oppone, si allontana come fanno mamma e papà ad abbracciarlo? Come lo cingono in un abbraccio contenitivo?

 

L’ abbraccio contenitivo pretende pazienza è un atto che deve essere compiuto con devozione verso il bambino, come manifestazione fattiva di quel potere, che è proprio del genitore, di accogliere.

 

Un simile atto favorisce la gestione della rabbia, dà sicurezza, cura l’ansia, rende fiduciosi e fa da barriera positiva contro le paure. Se sperimentato con continuità e fiducia, l’ abbraccio contenitivo diventa anche un punto d’incontro tra genitore e figlio e massimizza l’empatia tra adulti e bambini.

 


Fonte immagini Ingimage con licenza d’uso

Leggi anche

Seguici