Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Vigile del fuoco di Valona: un eroe del terremoto

Il vigile del fuoco di Valona è stato definito eroe. Lui, come molti suoi colleghi e altri soccorritori, è uno tra gli eroi nascosti dietro questa tragedia

Federica Federico

di Federica Federico

27 Novembre 2019

La sua immagine sta facendo il giro del mondo, è un vigile del fuoco di Valona (Albania) intervenuto in soccorso dei sopravvissuti sin dai primi momenti dopo il sisma.

 

Quest’uomo non è ritratto con le mani nude tra i calcinacci e la polvere, ma si percepisce chiaramente quanta terra abbia scavato e quante polveri abbia inalato; non lo si vede strappare alla morte vite umane, ma si intuisce il suo strazio; non porta con sé la fierezza di chi è stato salvatore ma si realizza subito quanto gli sia pesata la fatica, sulle spalle come sul cuore.

 

vigile del fuoco di Valona

Il vigile del fuoco di Valona: questa è l’immagine di un eroe.

 

La foto è stata scattata durante l’estenuante servizio, quando, dopo interminabili ore di fatica compiute senza mai fermarsi, i medici dell’emergenza sanitaria nazionale hanno costretto il vigile a sdraiarsi un momento su una barella per ossigenarsi. L’uomo, però, di lì a qualche istante ha rifiutato la mascherina dell’ossigeno ed è tornato a scavare tra le rovine in cerca di vite e di salvezza. Intanto il bilancio dei morti è salito a 24.

 

Il vigile del fuoco di Valona, intervenuto precisamente tra le rovine di Thuman, si chiama Luan Kapaj ed è un eroe. Così lo ha definito lo stesso primo ministro greco.

 

Immagini come questa, l’impressione umana di un eroe nascosto tra le macerie, un combattente speranzoso e tenace, devono farci riflettere.

 

Dobbiamo soffermarci sulla tenacia e sul convincimento che certi uomini e lavoratori mettono nell’affrontare le avversità ponendosi l’obiettivo del bene comune come primario, anche a discapito della propria incolumità.

Leggi anche

Seguici