Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Il Coronavirus potrebbe diventare un virus ubiquitario

Il Coronavirus potrebbe diventare un virus ubiquitario, cosa significa virus ubiquitario e cosa comporta rispetto alla diffusione dei contagi e al Covid-19?

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

25 Marzo 2020

Il Coronavirus potrebbe diventare un virus ubiquitario, cosa significa e in che misura questo sta accadendo?

 

Si dice ubiquitario quel virus, come l’influenza stagionale, che è ovunque, ovvero rispetto al quale non si può disegnare una catena di contagi certa e circoscritta che parta da un “paziente 0”  e arrivi all’ultimo contagiato x.

 

Inizialmente rispetto al Coronavirus si faceva esattamente questo: si rintracciava un’origine e un punto di arrivo della malattia, si disegnava cioè il percorso del virus; da un certo punto in poi la progressione della catena dei contagi non è stata più controllabile in questo modo.

 

Il Coronavirus potrebbe diventare un virus ubiquitario

Il Coronavirus potrebbe diventare un virus ubiquitario, cosa significa.
Fonte immagine 123RF.COM con licenza d’uso

Altra cosa è l’emergenza: il Coronavirus potrebbe diventare un virus ubiquitario, ma l’emergenza cesserà.

 

L’emergenza in sè finirà quando il numero dei contagiati sarà contenuto, ovvero diventerà “tollerabile” in relazione a un virus di una famiglia già nota (quella dei Coronavirus) che nello specifico sarà plausibilmente inserito nelle cause di polmonite, ovvero rimarrà la causa di un certo di numero di morti per polmonite.

Leggi anche

Seguici