Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Tim e Vodafone: Attenzione l’Avviso di Chiamata Diventa a Pagamento

Informazioni utili sugli aumenti dei gesti TIM e Vodafone

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

03 Luglio 2014

tim e vodafone servizi a pagamento

Negli ultimi giorni molti siti hanno riportato la notizia che dal prossimo 21 luglio il servizio di Avviso di Chiamata, fin ad oggi gratuito per tutti gli operatori di telefonia mobile, diventerà a pagamento per i clienti dei gestori TIM e Vodafone.

Purtroppo però, le notizie in proposito risultano essere alquanto confuse.

C’è chi dichiara che l’aumento sia circoscritto ai soli residenti del bergamasco, chi calcola i costi su una base mensile, altri invece su quella giornaliera, e chi si prodiga a fornire numeri utili per disattivare il tutto.

Ma come stanno realmente le cose? Cosa e quanto si dovrà pagare?

 

Per quanto concerne il gestore telefonico Tim, i servizi che dal 21 luglio diventeranno a pagamento sono:

  • LoSai: il servizio si attiva ogni qualvolta il proprio telefonino risulta spento, non raggiungibile o occupato in un’altra conversazione. Una volta tornati disponibili, Tim invia un SMS che notifica chi ha cercato di contattarci;
  • ChiamaOra: il servizio si attiva nel momento in cui la persona che stiamo chiamando ha il telefonino spento, occupato oppure non è raggiungibile. Non appena questa persona risulterà raggiungibile, Tim ci invierà un SMS di avviso oppure offrirà la possibilità di prenotare una “richiamata automatica”.

 

Come si legge sul sito della Tim, dal mese di luglio questi due servizi verranno unificati e diventeranno a pagamento, per tutti i clienti TIM Ricaricabili, a partire dal 21 luglio 2014.

Tale servizio avrà un costo pari a € 1,90 (IVA inclusa) ogni 4 mesi con addebito su credito residuo.

Per tutti i clienti TIM che hanno un abbonamento invece, il servizio continuerà ad essere gratuito fino al 6 settembre 2014.

A partire dal giorno successivo infatti, ossia dal 7/9/2014, il costo sarà pari a 0,48 centesimi di euro (IVA inclusa) al mese, con addebito bimestrale di 96 centesimi sul rendiconto TIM.

È comunque possibile disattivare tali servizi chiamando gratuitamente il numero 40920.

Per ulteriori informazioni visitare il sito della TIM.

Per quanto concerne il gestore Vodafone, i servizi fino ad ora gratuiti che diventeranno a pagamento a partire dal prossimo 21 luglio sono:

  • Recall: utilizzato quando il numero da noi chiamato risulta spento, occupato o non raggiungibile. Quando la persona chiamata tornerà raggiungibile, la Vodafone provvederà ad inviare in automatico un SMS di notifica.
  • Chiamiami: questo servizio consente di ricevere un sms di notifica delle chiamate voci nel momento in qui il proprio cellulare risulta spento, occupato e non raggiungibile.

 

Come riportato sul sito della Vodafone, il gestore di telefonia mobile comunica ai clienti titolari di una SIM ricaricabile che a partire dal 21 luglio 2014 alcuni servizi inclusi nei piani tariffari subiranno delle modifiche e che vi sarà un adeguamento delle condizioni economiche.

Tutti i clienti soggetti a tali modifiche riceveranno un SMS informativo.

Per quanto riguarda invece i clienti che hanno un abbonamento, le modifiche verranno attuate a partire dal prossimo 21 settembre 2014. In tal caso, la comunicazione verrà effettuata in conto telefonico con possibilità di recesso entro 30 giorni.

L’informativa qui sopra esposta non specifica i costi, tuttavia, consultando il forum clienti presente sul medesimo portale, si apprende che a partire dal 21/7 la Vodafone applicherà un balzello di 6 centesimi al giorno ogni qualvolta si usufruisce dei servizi Recall e Chiamami.

Tali servizi sono disattivabili contattando il numero 42070 oppure nell’area fai da te di Vodafone.it.

 

Leggi anche

Seguici