Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Allattamento al seno: Ministero della Salute, Il latte della mamma non si scorda mai

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

09 Maggio 2011

 

Il Ministero della Salute sceglie la data dell’8 maggio 2011, Festa della Mamma, per lanciare una importantissima campagna di sensibilizzazione e promozione dell’allattamento al seno: “Il latte della mamma non si scorda mai”.

L’iniziativa “Il latte della mamma non si scorda mai” è stata presentata da Eugenia Roccella, Sottosegretario alla Salute; sarà un progetto lungo ed itinerante che da adesso sino a giugno si sposterà per l’Italia, qui di seguito le date degli incontri pubblici:

Foggia (8 maggio – Piazza Cesare Battisti);

Bari (14/15 maggio – Molo S. Nicola);

Roma (19 maggio – Ospedale S.Giovanni Addolorata);

Roma (25 maggio – Ospedale San Giovanni Calibita Fatebenefratelli);

Roma (26 maggio – Policlinico A. Gemelli);

Cosenza (9 giugno – Piazza dei Bruzi);

Reggio Calabria (11-12 giugno – Lungomare Italo Falcomatà).

L’allattamento al seno e l’allattamento artificiale, questi i protagonisti della indagine medica sulla crescita e sullo sviluppo degli infanti. Da sempre si ragiona sui diversi effetti che queste “opposte” forme d’allattamento producono, causano e stimolano nello sviluppo e nella evoluzione psicofisica dei bambini.

È chiaro che il seno di mamma nasce per nutrire il bimbo, è questa la sua finalità naturale, dunque, è chiaro che ad essa dovrebbe adempiere normalmente, senza difficoltà e con pochi problemi. Insomma  l’allattamento al seno dovrebbe essere un automatismo a cui si dovrebbe tendere con naturalezza immediatamente dopo l’evento nascita. Sebbene ciò paia assolutamente logico,  in Italia, in modo particolare al sud,  il tasso di allattamento esclusivo al seno risulta basso.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) raccomanda l’allattamento al seno esclusivo per i primi sei mesi di vita e ne promuove il proseguimento almeno sino all’anno.

Allattare non vuol dire semplicemente nutrire per crescere, significa accompagnare il bimbo, generato e partorito, nella vita ed alla scoperta del mondo, equivale ad assicurargli conforto e sicurezza.

Ci sono 101 buoni motivi per allattare al seno!

Promuovere l’allattamento materno a richiesta è un nobile dovere dello Stato, dei medici, pediatri e ginecologi, dei centri nascita e delle famiglie. Dunque, “Il latte della mamma non si scorda mai”! Informatevi sull’allattamento, affrontatelo con serenità e naturalezza partendo dal presupposto che è una fisiologica potenzialità del vostro corpo, nonché una opportunità che offrite al vostro bambino per crescere bene, vivetelo con trasporto e partecipazione … godetene perché getterà le fondamenta per un intimo e dolce rapporto madre – figlio.

Leggi anche

Seguici