Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

La Soia e il Latte di Soia, Preparazione

Simona

di Mamma Simona

13 Settembre 2011

La soia è un legume che da poco e timidamente inizia ad essere presente sulle tavole degli italiani. Non si tratta infatti di un prodotto rientrante nella dieta mediterranea. Le sue origini sono asiatiche, in quelle terre riveste un ruolo alimentare fondamentale, in quanto legume ad alto valore proteico, ricco di lipidi sia insaturi che polinsaturi, di ferro, magnesio, potassio, calcio, sali minerali, lecitina e alcune vitamine quali A. B1, B2, D ed E.

Da questo breve sunto si percepisce già l’importanza della soia a tavola. Riconosciuto come alimento dieto-terapeutico, grazie alla lecitina, acquista un valore importante in quanto agisce sull’abbassamento del colesterolo nel sangue (l’ LDL, quello definito “cattivo”), andando a limitare l’incidenza di malattie cardiache e l’insorgenza di infarti e arteriosclerosi. Il ruolo della lecitina è riconosciuto al punto tale da essere sintetizzata nei preparati ed integratori che prevengono i disagi senili, come la scarsa capacità di concentrazione, la memoria labile ecc…

Studi recenti hanno permesso di individuare nei semi della soia due fitormoni, che sembrano presentare un’azione antiossidante, particolarmente importante nella prevenzione tumorale. Questi stessi fitormoni, contenuti nel latte di soia, sembrano ridurre drasticamente il rischio di osteoporosi nelle donne non più giovanissime.Il consumo di soia favorisce il processo di digestione dell’organismo, aiuta a mantenere equilibrio e nervi saldi per chi vive una situazione di stress; qualcuno azzarda affermando che intervenga favorendo il processo di riequilibrio del fegato, tramite la rigenerazione cellulare.

Il riconoscimento dei benefici dell’uso di soia in cucina, hanno contribuito alla diffusione del prodotto a largo campo nei paesi occidentali, laddove si intenda pensare a cibi sani, equilibrati, salutari.

latte di soia

Soia e cucina

La soia è disponibile per il consumo in vari formati:

  • germogli di soia, da consumare con insalata
  • latte di soia ideale sia per gli intolleranti al lattosio che alla caseina. E’ meno calorico e meno grasso del latte vaccino ma contiene il doppio delle proteine e più ferro e tante vitamine del gruppo B. E’ possibile comprarlo negli appositi bricchi o possiamo farlo noi (v. ricetta sotto).
  • tofu si tratta di latte di soia cagliato, molto ricco di calcio e con pochissimi grassi.
  • salsa di soia diffusa nella cucina giapponese (shoyu), si può usare per pregiare riso o condire verdure o ancora sul pesce.
  • miso si tratta di una sorta di dado usato per insaporire minestre, ottenuto dalla fermentazione di cereali e semi di soia lavorati fino ad ottenere una “pasta”.

 

Preparazione del latte di soia, ricetta:

Lasciare in acqua i legumi di soia per 12 ore, scolarli e sciacquarli sotto l’acqua in uno scolapasta. Frullarli poco alla volta aggiungendo acqua. Il liquido ottenuto va fatto bollire a fuoco lento per 20-30 minuti. Filtrare come si faceva un tempo con un telo. Ecco ottenuto il latte. Si può bere da solo o usarlo per la preparazione di dolci!

Per renderlo più dolce si può aggiungere un po di miele al momento del consumo.

  Prestate particolare attenzione ai bambini e prima di introdurre il latte di soia nella dieta dei più piccoli, leggete qui: SI PUO’ DARE IL LATTE DI SOIA AI BAMBINI? LEGGI QUI

Leggi anche

Seguici