Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Regali di Natale: regalare una pianta, quale scegliere

Licia

di Mamma Licia

19 Dicembre 2011

regali natale Regali di Natale: Una pianta sotto l’Albero

Quali piante regalare a Natale

In questi giorni di festa capita spesso di ritrovarsi tra amici e familiari per trascorrere un pomeriggio o una serata insieme. Regalare una pianta, in queste occasioni, è sempre un gesto molto gentile ed apprezzato dai padroni di casa che vi ospitano.

Ma una pianta è anche un bellissimo dono da fare a Natale.Regali di Natale: regalare una pianta, quale scegliere

Quali piante acquistare per Natale e come curarle e conservarle?

La scelta della pianta, oltre che estetica naturalmente, deve anche essere fatta tenendo conto di alcuni fondamentali accorgimenti.

  • Innanzitutto, prima dell’acquisto, controllate bene le radici: non devono fuoriuscire dal foro di drenaggio. Ciò significa che la pianta è nel vaso già da abbastanza tempo e che non necessita di un eventuale travaso che in questo periodo invernale non le sarebbe congeniale.
  • Fate poi attenzione alle dimensioni del vaso che ospita la pianta: le sue dimensioni devono sempre essere proporzionali alla grandezza della pianta né troppo piccole né troppo grandi.
  • Fatevi anche dire dove è stata coltivata la pianta che volete acquistare, perché se cresciuta all’esterno avrà difficoltà ad adattarsi nelle nostre case; meglio preferire le piante cresciute in serra.

E passiamo adesso a quali piante da interni sono adatte per essere regalate a Natale (e in generale in inverno).

 

Stella di Natale. È la classica pianta di Natale. Per i consigli vi rimandiamo agli articoli che le abbiamo già dedicato.

Ciclamino. Il suo tubero contiene una sostanza tossica per l’uomo, la Ciclamina, ma è ben nascosto sotto la superficie del terreno e ricoperto da tante foglie e fiori che lo rendono poco accessibile. regali pianto

È una bellissima piantina da fiore, un po’ esigente quanto a coltivazione.

Vuole una buona illuminazione, ma non il sole diretto, e richiede un’ottima aerazione, più fresca possibile (tra i 12 e i 18°C). Queste condizioni vanno rispettate soprattutto durante la fioritura. I

l terriccio va mantenuto costantemente umido e l’annaffiatura andrebbe fatta mettendo acqua non direttamente sulla pianta (il tubero rischierebbe di marcire) ma nel sottovaso e lasciandola assorbire per 15 minuti circa, svuotandolo se è rimasta dell’acqua.

Quando la pianta ha smesso di fiorire, le annaffiature vanno ridotte fino a terminare completamente quando le foglie sono del tutto ingiallite.

Il ciclamino è un tubero, quindi perderà fiori e foglie completamente, rispetterà un riposo vegetativo e riprenderà la crescita con nuove foglioline. Quando questo avverrà, andranno riprese le annaffiature.

Kalanchoe. Forse non tutti sanno che questa pianta appartiene alla famiglia delle Crassulaceae. La varietà più venduta per interni pinate come regali nataleè la K. Blossfeldiana, una piccola pianta cespugliosa con foglie carnose e dalle infiorescenze dense di diversi colori.

In natura fiorisce in inverno, quando le giornate sono più corte, ma i vivaisti le sottopongono a periodi invernali artificiali ed è per questo che si trovano fiorite in tutti i mesi dell’anno.

Se avete una finestra esposta a sud, potete collocarla lì, perché è una pianta che ama il sole. Va annaffiata con moderazione durante tutto l’anno, meno in inverno.

In appartamento, una volta che i fiori sono caduti, sarà difficile farla rifiorire.

 

 

 

Primula. Ne esistono di numerose specie, ma quella che può essere cresciuta in appartamento è la P. vulgaris. Fiorisce alla fine dell’inverno e all’inizio della primavera. regalo pianta

Ama una posizione in piena luce, ma non in pieno sole, ed una temperatura molto fresca (12-15°C).

Vuole un terriccio sempre umido, ma senza ristagni d’acqua.

Durante la fioritura, sarebbe opportuno fertilizzarla (ogni 15 giorni circa).

Per evitare che patisca il caldo degli appartamenti invernali, aumentate l’umidità ambientale poggiando il vaso su un letto di ghiaia, che va sempre tenuto bagnato, e vaporizzate spesso il fogliame, evitando di bagnare i fiori.

 

 

 

Orchidea. Sono tantissime, ma quelle più facili da coltivare sono le Cymbidium. Fioriscono in inverno o in primavera.

Va collocata regali natalein piena luce, in un ambiente fresco (15-18°C) e con un buon ricambio d’aria.

Queste condizioni favoriranno la fioritura e la sua lunga durata.

Va bagnata con moderazione, in modo da non far mai seccare le radici.

Se la temperatura sale, è necessario nebulizzare le foglie ogni giorno con acqua dolce.

Capita spesso che l’Orchidea, dopo la prima fioritura, non emetta più fiori. Questo è dovuto alla temperatura dei nostri appartamenti, tenuta sempre costante. Per fiorire, infatti, questa pianta ha bisogno che la temperatura notturna sia di molto inferiore a quella del giorno. L’ideale sarebbe quindi coltivarla in serra oppure in una veranda fresca e portarla in appartamento solamente nel periodo della fioritura.

In estate può essere portata all’aperto, ma in una posizione protetta a mezz’ombra.

 

Azalea. È una delle piante ornamentali e da appartamento più gradite ed apprezzate, anche se può soffrire negli ambienti troppo caldi dei nostri appartamenti invernali. regali natale

Se trova le condizioni ideali fiorisce dall’inizio dell’inverno fino alla fine della primavera.

Deve essere collocata in un ambiente fresco (15°-18°C), molto illuminato, ben aerato. Sarebbe ottima una veranda.

Va bagnata regolarmente in modo da tenere sempre umido il terriccio; evitate però i ristagni d’acqua che la farebbero farcire in pochissimo tempo.

Al termine della fioritura (in primavera) sospendete le innaffiare e, se necessario, rinvasatela.

Collocatela all’esterno, a mezz’ombra o in ombra.

 

Lingua di suocera. Appartiene alla famiglia delle Cactaceae e si trova in fiore a partire dalla fine dell’autunno e per tutto l’inverno.

regali nataleÈ una pianta che si adatta alle zone più buie dei nostri appartamenti, ma non disdegna la piena luce.

È ideale per la temperatura calda degli ambienti domestici, ma è necessario rispettare il suo periodo di riposo, collocandola in un luogo più fresco in autunno e riducendo le annaffiature.

In questo modo si favorirà una fioritura abbondante.

In estate va portata all’aperto e collocata in una posizione a mezz’ombra. A settembre potrete riportarla in casa.

Leggi anche

Seguici