Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Decoupage lavori di Natale

Natale e creatività

di Dott. Giuliano Gaglione

23 Dicembre 2012

lavori decupageUn accurato ricamo con merletti e pizzi, una soffice striscia di stoffa che crea un meraviglioso fiocco, una spruzzata di porporina colorata, un preciso disegno composto con un pennellino finissimo ed ecco decorata finemente una palla per il nostro albero di Natale.

Col passare del tempo si sta diffondendo un’arte decorativa con materiale fai da te, utile per abbellire qualunque oggetto rendendolo ancor più gradevole agli occhi di chi l’osserva.

Sto parlando ovviamente del découpage, un’arte che fonde bellezza e distensione, relax e buon gusto, un hobby che molte donne praticano per rilassarsi dalla routine quotidiana che spesso richiede un dispendio non indifferente di energie fisiche e mentali.

Il nome découpage deriva dal verbo francese découper, cioè ritagliare; le prime tracce di quest’attività risalgono al periodo medioevale, in cui i monaci amanuensi, attraverso tale tecnica abbellivano i loro manoscritti.

In epoca moderna tale arte si sviluppò in Cina nel ‘500, in particolare gli Europei apprezzavano un particolare strumento utilizzato dai cinesi, ovvero la laccatura, tuttavia, poiché i tempi di lavorazione in Cina non erano brevissimi, questa tecnica (definita “laccalavori decupage natale povera” o “arte povera”) fu realizzata anche in Italia a partire dal XVIII secolo da mobilieri veneziani.

Durante il periodo Natalizio il gentil sesso si adopera per essere quanto più originale e creativa per ciò che concerne gli addobbi del proprio albero: dunque, dotate di un kit specifico, le donne staccano la spina dai doveri quotidiani e si  lasciano trasportare dall’onda della fantasia per creare, creare e ancora creare.

Non è inconsueto che queste creazioni siglate da un tocco femminile non siano osservate dai partner nonché dai figli, i quali, da spettatori attivi possono trasformarsi in operatori partecipi di un’attività che non solo coinvolge l’intero nucleo, ma permette allo stesso di condividere momenti di relax, di sorrisi e quant’altro, cosicchè l’intera famiglia possa trascorrere momenti pre-natalizi all’insegna del benessere e della gioia.

Inoltre, non sottovalutiamo l’importanza che quest’attività assume come “distruttore” di una società tecnologica che imperversa inesorabile in cui ci si relaziona solamente con i click.

Un anno spesso stressante per l’intera famiglia sta volgendo a termine, si avverte l’esigenza di godersi di momenti di riposo nei quali non ci si lascia trasportare da un improduttivo ozio, ma si trascorre il tempo libero in una maniera efficiente per il corpo, che non si affatica molto, e per la mente, la quale, nonostante non sia eccessivamente decupage lavorettiimpegnata, è comunque attiva nel mettere in atto attività riposanti.

In particolare, si è riscontrato che l’arte del découpage stimola l’emisfero cerebrale destro, organo responsabile del pensiero creativo; per cui tale lavoro diviene assolutamente multifunzionale, in quanto favorisce più aspetti legati ad una persona (psicologico, familiare, sociale e così via).

E’ molto importante a mio avviso mettere a frutto il proprio estro unendo pizzi, merletti, nastri, vernice e quant’altro, per due motivi: il primo, come già accennato, vi è proprio un bisogno fisiologico della mente di stimolarsi in misura inferiore rispetto ai doveri quotidiani, dall’altro è così bello lasciarsi trasportare non dal “fanciullino che c’è in noi” che ci permette di sviscerare un aspetto fantasioso spesso tralasciato, ma a volte possono essere proprio i fanciullini di casa a diventare ottimi direttori d’orchestra in quanto hanno maggiormente “allenati” gli aspetti legati alla fantasia e all’originalità.

Leggi anche

Seguici