Seguici:

Uccellini Caduti dal Nido: Cosa Fare e Non Fare se ne Trovi Uno

Gli uccellini caduti dal nido si chiamano nidiacei, se ne trovi uno è necessario riconoscerlo e valutarne le condizioni di pericolo. Ecco cosa fare e cosa non fare:

Federica Federico

di Federica Federico

04 Luglio 2016

E’ questo il periodo dell’anno in cui gli uccellini cinguettano sui nostri balconi. Anche a chi vive in città, accade di trovare i nidi nelle fioriere, sulle grondaie o dietro ai motori dei condizionatori. Complice l’assenza di zone alberate, le nuove famiglie di volatili cercano rifugio dove possono. Può persino accadere di trovare piccoli uccellini caduti dal nido, cosa fare in questo caso?

Uccellini caduti dal nido. Ecco perchè i piccoli volatili cadono dal loro nido caldo e sicuro:

uccellini caduti dal nido cosa fare e non fare

Un uccello caduto dal suo nido viene chiamato nidiaceo. Il piccolo volatile trovatello non è necessariamente malato: in molti credono, del tutto erroneamente, che gli uccellini caduti dal nido siano sempre malati, in realtà i piccoli trovatelli hanno solo avuto un incidente comune, spesso determinato dalla voglia si spingersi un po’ troppo oltre senza valutare bene i propri limiti.

Accade in modo particolare ai merli e i passeri di cadere dal nido.

Gli uccellini caduti dal nido hanno comunemente subito la tentazione di assaporare la piena libertà. I nidiacei cercano di spiccare il volo ma finiscono smarriti, caduti e soli perchè ancora non sono capaci di volare con destrezza e autonomia.

Uccellini caduti dal nido

La prima conclusione a cui si arriva indagando sui nidiacei è dunque che i piccoli uccellini caduti dal nido, di norma, non vengono abbandonati e non sono affatto malati o in fin di vita.

Pertanto se trovate un uccellino caduto in prossimità di un nido, se il nido è a voi accessibile, la cosa migliore da fare sarebbe riportare il volatile nella sua condizione originaria, ovvero rimetterlo alle cure di mamma uccello nel nido.

 

Non sottraete mai un uccellino dal nido, farlo significherebbe strappare il piccolo alla famiglia. Ricordate che mamma uccello sa bene cosa fare, come ogni madre riesce a fornire le attenzioni necessarie al suo piccolo nel migliore dei modi (come nemmeno un veterinario può fare).

Uccellini caduti dal nido. Ecco quando è utile intervenire:

La prima domanda che chiunque si pone dinnanzi a un nidiaceo è istintiva: “Gli uccellini caduti dal nido sono in pericolo?“. Il vero pericolo può essere costituito dal transito di veicoli, che potrebbero investire l’uccello, oppure dalla presenza di animali che potrebbero predarlo, per esempio dei gatti.

Se vi sono animali oppure transitano veicoli nell’area in cui rinvenite un uccellino caduto dal nido  è indispensabile allontanare il nidiaceo dal percolo e quindi è un bene prenderlo subito.

Non è indispensabile vigilare sugli uccellini caduti dal nido, è possibile anche spostarli di qualche metro, per esempio per allontanarli dal pericolo di essere investiti oppure se avete un cane o un gatto in casa potrebbe essere sufficiente impedire all’animale di accedere all’area del ritrovamento. Osservando il nidiaceo vi sarà facile capire se è potenzialmente in grado di volare e quindi di ritornare dalla sua famiglia.

 

Uccellini caduti dal nido. Ecco cosa fare se trovate un Rondone:

Uccellini caduti dal nido

Mentre molti uccellini si mettono alla prova fin oltre i loro limiti, i rondoni sono volatili capaci di valutare bene le proprie capacità e la propria autonomia. Si tratta di uccelli che non lasciano la famiglia fino a quando non sono completamente autosufficienti. Pertanto se rinvenite un nidiaceo rondone le indicazioni da seguire sono diverse.

Sappiate che il Rondone giovane, anche se in buone condizioni di salute non è capace di camminare o volare da solo. In questo senso non vale l’osservazione consigliata per gli altri uccellini caduti dal nido.

uccellini caduti dal nido
Se avete dubbi sulla razza dell’uccello che avete rinvenuto, confrontate la sua immagine con fotografie ricercate in rete. Sappiate anche che per riconoscere esattamente un rondone potete visitate il sito della Lipu .

Ecco come comportarsi con Uccellini caduti dal nido appartenenti alla famiglia del rondone:

  • Quando si ha a che fare con i nidiacei è sempre bene indossare dei guanti per prenderli tra le mani.
  • Per ricostruire un ambiente caldo ed accogliente utilizzate una scatola di cartone, è indispensabile che sia munita di fori per l’aerazione e che abbia dei fogli sul fondo. Alcuni fogli di giornale sul fondo vi consentiranno anche di mantenere la scatola pulita.
  • Evitate le gabbiette o i trasportini in ferro. Gli uccellini caduti dal nido sono animali selvatici, essi non amano essere rinchiusi, la gabbia potrebbe limitarne la ripresa e potrebbe impedire a chi si prende cura dell’uccello di osservare le sue autonome capacità di volo. Ciò senza considerare che in gabbia i nidiacei potrebbero persino ferirsi.

Se gli uccellini caduti dal nido non appaiono autonomi, se non sanno volare o se si tratta di un rondone, ricordate che una volta portato a casa l’animale deve stare tranquillo e lontano dai rumori.

Se portate a casa un uccellino sperduto è ovvio che il piccolo debba mangiare e bere. Prima di somministrare cibo agli uccellini caduti dal nido sarebbe bene chiedere consiglio ad un medico veterinario. In linea generale l’alimentazione improvvisata può essere a base di carne cruda o larve della farina, mentre l’acqua va dosata con un contagocce.

Gli uccellini caduti dal nido non sono pronti a cibarsi di molliche di pane e non possono bere il latte.

I piccoli di rondone, in modo particolare, hanno bisogno di mangiare e bere solo nelle ore diurne. In base allo stadio del suo soggettivo sviluppo, il piccolo di rondone va nutrito circa ogni mezz’ora (indicazione questa che vale per gli uccellini molto piccoli) e ogni 2 o 3 ore per i piccoli che presentano già il piumaggio.

Uccellini caduti dal nido, se li recuperate, dopo aver fornito una prima assistenza, è bene contattare il Centro di Recupero.

Dopo aver fornito un po’ di acqua e cibo, ricordatevi di contattare il primo Centro di Recupero più vicino, per maggiori info e dettagli chiamate la sede della Lipu.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!
Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici