Seguici:

Ingerisce una Pila e Muore Bimba di 2 Anni

Ingerisce una pila a bottone al litio e muore qualche ora dopo in ospedale

Gioela Saga

di Gioela Saga

28 Novembre 2016

Morire davanti agli occhi della mamma senza che si possa fare nulla deve essere un macigno enorme da sopportare, quando si pensa che forse si poteva fare di più per evitarlo o che almeno non si è fatto abbastanza e la fatalità ha preso il sopravvento.

 

Minuti che sembrano una vita che scorre davanti, quella che c’è stata e, ancora di più, quella che non potrà mai più essere, quella di una bimba che ingerisce una pila a bottone e muore così tragicamente senza che si possa fare nulla. I genitori e i nonni di Brianna vogliono ora sensibilizzare tutti sulla pericolosità delle batterie che spesso girano per casa più incustodite di quanto non dovrebbero.

ingerisce una pila e muore

 

Bimba ingerisce una pila: le conseguenze sono fatali

La notizia è di un anno fa ma l’insegnamento è valido sempre.

L’evento tragico si è consumato nel giorno di Santo Stefano: la piccola Brianna, una vivace bimba di due anni, era ancora tutta intenta a giocare con i suoi regali di Natale appena ricevuti. Accanto a lei c’è la nonna che la vede improvvisamente smettere di respirare, diventare viola e iniziare poco dopo a vomitare sangue.

 

Sintomi improvvisi e violenti che nessuno si sa spiegare subito, neppure in ospedale dove viene portata tempestivamente.

 

Nessun poteva immaginare che la bimba ingerisce una pila e nessuno se ne accorge

 

Solo quando i medici stabiliscono la causa primaria di tutti questi sintomi, Brianna viene trasportata presso un’altra struttura e operata per più di due ore e mezza con il tentativo di rimuovere la batteria e ridurre i danni fatti dal lito presente nella pila stessa.

 

L’acido della batteria aveva corroso letteralmente il suo esofago per finire nella carotide, i danni erano enormi e gravissimi e purtroppo non vi è stato più nulla da fare.

 ingerisce pila a bottone e muore

I medici presumono che la batteria possa essere stata ingerita anche sei giorni prima dell’evento fatale e poi, piano, piano, abbia intaccato i tessuti circostanti.

 

Probabilmente anche per attutire il senso di colpa ma in modo assolutamente giusto e utile, il nonno Kent è deciso a lanciare una campagna contro questo tipo di pile:

 

 

“Sono troppo pericolose, non possiamo tenere cose di questo genere in casa”.

ingerisce una batteria a bottone e muore

Bimba di due anni ingerisce una pila e muore in poche ore

Brianna non era stata molto bene negli ultimi giorni, aveva sofferto un po’ di febbriciattola e di nervosismo ma mai si sarebbe pensato ad una cosa del genere.

 

“Un minuto prima stava benissimo, dice il nonno – un minuto dopo era morta. Non abbiamo idea di come e quando abbia ingerito la piccola batteria a bottone.”

 

Ci sono stati circa 11.940 casi di bambini morti a causa dell’ingestione delle batterie tra il 2005 e i 2015 e 15 sono diventati casi mortali.

 

I dottori spiegano che, nel caso di ingestione di batterie, il liquido corrosivo alcalino all’interno viene man, mano rilasciato provocando danni irreparabili.

 

Tutto quello che spera la famiglia di Brianna è che almeno la sua morte possa essere stata utile per molti altri bambini e che le batterie possano esser maggiormente conosciute come elementi di pericolosità estrema e se ne compiano i dovuti atti di salvaguardia.

ingerisce una pila

I bambini nella cosiddetta fase orale, i primi mesi dopo la nascita, tendono a conoscere il mondo intorno attraverso l’uso del gusto, la bocca diventa un organo fondamentale del corpo. Fin da subito questo è chiaro con la suzione e l’allattamento ma, più in generale, funziona anche per qualsiasi altra esigenza.

 

Il bambino impara, si soddisfa, si coccola, tutto attraverso la bocca e le pile, soprattutto quelle a bottone, possono diventare una tentazione non da poco, così piccole e invitanti ma così incredibilmente pericolose, non solo per il pericolo soffocamento, sempre in agguato ed immediato ma anche per quello più subdolo del liquido in esse contenuto, come nel caso di questa bimba che ingerisce una pila in modo fatale.

 

Pericolo Ingestione Batterie: Esperimento Shock

 

Fonte: Mirror.co.uk



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici