Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Figlio seduto alla finestra della camera di ospedale in cui la mamma sta morendo

Federica Federico

di Federica Federico

23 Luglio 2020

La stessa immagine che ha catturato la vostra attenzione su Facebook e nella copertina di questo blogpost è diventata virale: un figlio seduto alla finestra della camera di ospedale in cui la mamma sta morendo. Dinnanzi a questa foto ora tutti si chiedono chi è il giovane.

 

Figlio seduto alla finestra della camera di ospedale in cui la mamma sta morendo

Figlio seduto alla finestra della camera di ospedale in cui la mamma sta morendo, fonte web.

Figlio seduto alla finestra della camera di ospedale in cui la mamma sta morendo, ha scalato il muro del nosocomio per abbracciare con lo sguardo la sua mammina morente.

 

E’ il sito web di notizie Al Nas a pubblicare le immagini che documentano la scalata del muro dell’ospedale, un muro di dolore, pianto, separazione e comunque sempre di amore.

 

Jihad Al-Suwaiti ha 30 anni ed è un figlio palestinese nativo della città di Beit Awa nella Cisgiordania occupata; il muro che ha scalato per dire addio alla sua mamma 73enne è quello dell’ospedale di Hebron.

 

 

Figlio seduto alla finestra della camera di ospedale in cui la mamma sta morendo

Figlio seduto alla finestra della camera di ospedale in cui la mamma sta morendo, le immagini che documentano la scalata del muro.

 

Figlio seduto alla finestra della camera di ospedale, si è arrampicato lì fino all’ultimo respiro della mamma.

 

La donna, deceduta a causa del virus, era già affetta da leucemia;  quando il figlio ha saputo che le sue condizioni si stavano aggravando, non potendo violare l’isolamento a cui questa malattia condanna, ha deciso di sfidare l’altezza e arrivare alla finestra di quella stanza per poter volgere il suo sguardo sulla mamma, un abbraccio non fisico ma meravigliosamente commovente.

 

La finestra è quella di un’unità di terapia intensiva, quei reparti che in questa Pandemia sono stati i tristi protagonisti di morti solitarie.

I pazienti infettati dal nuovo coronavirus vengono tenuti in strettissimo isolamento e, per prevenire il rischio di diffusione dell’infezione, muoiono soli.

 

ECCO COSA SUCCEDE ALLA FINE, QUANDO IL COVID NON LASCIA SCAMPO: SI MUORE COSì, IN SOLITUDINE.

 

Rasmi Suwaiti è il nome della mamma 73enne di Jihad Al-Suwaiti, è una delle tante vittime del Covid-19 ma la sola morta in ospedale sotto l’amoroso sguardo del figlio.

Questa immagine deve ricordarci che siamo ancora umani ma dovrebbe anche suggerirci che con-viviamo ancora con un doloroso e devastante pericolo.

 

Leggi anche

Seguici