Seguici:

Uso Della Mascherina: come usare Ffp2 e chirurgiche e quanto durano

Uso della mascherina Ffp2 o mascherina chirurgica olter le 6-8 ore: no buste di plastica; no umidità; sì luogo asciutto e pulito. Le regole di riuso sicuro.

di Federica Federico

17 Gennaio 2022

Un corretto uso della mascherina non può essere mai definito indipendentemente dalla considerazione del luogo in cui viene indossata: 

  • la mascherina Ffp2 filtra il 94% delle particelle presenti nell’aria, questo la rende utile nei luoghi chiusi come uffici e scuole;
  • la mascherina Ffp3 garantisce un filtraggio pari al 99% delle particelle presenti nell’aria, questo la rende indicata nei luoghi a più alto rischio contagio e se si convive con un soggetto infetto a cui si devono prestare cure;
  • la mascherina chirurgica è una barriera sufficiente all’aperto.

 

Uso della mascherina

Uso della mascherina: igiene, conservazione, riuso accortezze e per quante ore.
Diritto d’autore:
rfranca ©123RF.com con licenza d’uso

 

Uso della mascherina: quanto dura la mascherina Ffp2

Per regola generale, dovrebbero sempre valere le norme d’uso riportate in etichetta: la durata della mascherina Ffp2, da indicazioni di produzione, comunemente non deve superare le 6-8 ore di utilizzo. Dopo è consigliabile gettarla. Tuttavia il costo medio di una mascherina si aggira intorno ai 50 centesimi di euro, una spesa difficile da sostenere per una famiglia media, per esempio di 4 persone, che esce tutte le mattina per andare a lavorare e-o per recarsi a scuola: 0,50 moltiplicato quattro persone è pati a 2 euro che, a sua volta, moltiplicato per 5 giorni lavorativi dà il risultato complessivo di minimo 10 euro a settimana. 

 

Il peso economico e lo stesso impatto inquinante delle mascherine consumate in grandi quantità hanno indotto gli  scienziati a interrogarsi sulla possibilità di un uso anche prolungato dei suddetti presidi anti-contagio. Le indicazioni che deduciamo dalle fonti sono informazioni eccezionali. Pertanto nei luoghi a rischio, quando, per esempio, c’è un’alta esposizione al pubblico, se la mascherina si sporca, se si inumidisce, se si usa per una giornata intera ininterrottamente, è sempre bene gettarla dopo l’utilizzo.

 

Uso della mascherina: lo studio di Cristiana Boi, ingegnere chimico dell’università di Bologna, e del suo team

Adnkronos (come da fonte sopra citata) rende note le risultanze degli ultimi studi sull’uso delle mascherine chirurgiche, esteso poi alle Ffp2, in termini di utilizzo prolungato. In condizioni di sicurezza l’uso di questi dispositivi può raggiungere anche le 40 ore (non necessariamente consecutive). 

 

Condizioni di sicurezza di uso della mascherina oltre le 6-8 ore

Ai fini di un uso delle mascherine prolungato, ma senza rischi, è indispensabile una corretta conservazione che tenga conto di un dato base: le mascherine si deteriorano con l’umidità.  

  • Le mascherine vanno tenute lontano dall’umidità; 
  • Vanno evitate bustine di plastica o astucci di plastica perché inibiscono la traspirazione, meglio contenitori in tessuto;
  • Sbagliatissimo lasciarle libere in borsa ao metterle in tasca senza una protezione a copertura;
  • La condizione migliore per conservarle bene, ai fini di un riutilizzo, sarebbe appenderle in casa in un posto pulito e asciutto.

 

40 ore di uso delle mascherine equivalgono a un grande risparmio perché mediamente corrispondono a 5 giorni lavorativi di 8 ore, restando salva una corretta valutazione dei luoghi: luoghi ad alto rischio di contagio e luoghi molto esposti alla relazione col pubblico non si prestano all’uso ripetuto delle mascherine. Inoltre se non si presta attenzione alle modalità di conservazione delle stesse, è bene desistere da un uso prolungato e gettarle. Vanno sempre gettate se sono sporche e precauzionalmente andrebbero cambiate ogni giorno ai bambini.

 

Uso della mascherina: mai la mascherina chirurgica sotto la Ffp2

Indossare la mascherina chirurgica sotto la Ffp2 è sbagliato poiché la protezione garantita dalla Ffp2 si deve grandemente alla sua aderenza al volto. Posizionare la chirurgica sotto la Ffp2 diminuisce la protezione perché distanzia la Ffp2 dal viso e crea degli spazi vuoti di penetrazione di aria non filtrata.

È invece corretto indossare la mascherina chirurgica sopra la Ffp2  in questo modo si aggiunge alla protezione della Ffp2  uno strato in più di filtraggio e una efficace barriera di protezione dallo sporco.  

 

L’esperta precisa che questo “E’ quello che gli americani chiamano ‘effetto Emmental’, riferendosi ai buchi del famoso formaggio: se metto più strati insieme, i buchi in posizioni diverse creano più ‘pieno’ e trattengo più particelle“. 

 

Ove necessario, i ragazzini (quelli più grandicelli e capaci di comprendere e applicare le norme igieniche) possono riutilizzare le mascherine seguendo le indicazioni qui riportate, purché le applichino con attenzione e sistematicità.

 

 

Come modificare le mascherine chirurgiche in dotazione alle scuole quando ai bambini vanno scomode e strette



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici