Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bufale internet e facebook

Internet e le bufale

Licia

di Mamma Licia

24 Aprile 2012

Internet e le bufaleC’è una pessima abitudine tra chi frequenta i blog, i forum, facebook etc.: quella di “inoltrare”, “condividere” “copiaincollare” messaggi senza mai prima verificare la veridicità della notizia e soprattutto l’attendibilità della fonte.

È un comportamento da biasimare, non liquidabile con un “vabbè, vero o falso, io comunque lo metto”. No, non solo non è corretto fare questo, ma vi fa anche fare la figura dell’ingenuo e dello sprovveduto.

Se, prima di copiaincollare, non avete tempo di verificare la correttezza della notizia che state contribuendo a diffondere, allora fate altro, alzatevi dalla sedia, fate una passeggiata e caricatevi di buonsenso. Potrete così non farvi fagocitare dalla trappola della “bufala”. Resistete alla tentazione di condividere appelli senza fondamento, annunci-shock senza fonte, storie strappalacrime non vere, messaggi che non sono altro che moderne manifestazioni del vecchio meccanismo della catena di Sant’Antonio.

 

Cosa fare, quindi, quando leggiamo una notizia e siamo sollecitati a condividerla?

Senza avere la pretesta della esaustività, vi suggeriamo alcuni accorgimenti.

  1. innanzitutto imparate a riconoscere il formato-tipo della bufala: caratteri in maiuscolo (un vero e proprio affronto alla netiquette), parole che fanno appello alla nostra emotività, invito a diffondere il messaggio e a copiaincollarlo sulla propria bacheca o spazio comunicativo
  2. diffidate sempre di chi fa un’affermazione senza citare una fonte attendibile
  3. resistete alla tentazione di cliccare subito su “condividi”
  4. fate una ricerca su internet e verificate la notizia; se una fonte è stata citata, controllate direttamente l’informazione sul sito della fonte stessa
  5. paragonate più fonti
  6. leggete più commenti riguardo a quella notizia
  7. se proprio non ce la fate a non condividere una notizia che potrebbe anche non essere vera, abbiate almeno l’accortezza di scrivere in calce “notizia da verificare”.

 

 

Leggi anche

Seguici