Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Ricette, dolci per Halloween: Dita di strega

Federica Federico

di Federica Federico

08 Ottobre 2010

Una ricetta semplice da eseguire per Halloween,che potete fare insieme ai
vostri bambini,i quali si divertiranno un mondo a modellare la pasta. Queste
spaventose dita di strega non sono altro che dei deliziosi dolcetti
,ma
terrorizzano amici e parenti e faranno divertire i bambini. E se le dita
non verranno perfette,pazienza…dopotutto è risaputo che le stregacce hanno
le dita storte e bitorzolute!

INGREDIENTI
280 gr di farina
100 gr di zucchero a velo
100 gr di burro
un cucchiaino raso di lievito per dolci
un pizzico di sale
una bustina di vanillina
1 uovo
mandorle sgusciate per fare le unghie della strega
marmellata di albicocca.
In alternativa per ottenere l’effetto “sangue” si può usare la marmellata di
ciliegia,e il colorante alimentare rosso.

PROCEDIMENTO Emulsionare tutti gli ingredienti in un recipiente sino ad ottenere un
composto dalla consistenza media. Formare poi tante  palline di circa 30 gr. l’una, che devono risultare lisce e facilmente modellabili.

Modellare le palline a forma di bastoncino della lunghezza di 10-12 cm. Si
devono assottigliare i bastoncini nei due punti che precedono le nocche,
mettere poi  una mandorla all’estremità del dito come se fosse un unghia,e
rigare le nocche del dito con un coltello a lama liscia. Nel frattempo
mettere un foglio di carta da forno in una teglia e sistemarvi il tutto, distanziando le dita almeno 3 cm l’una dall’altra.
Mettere in forno,precedentemente riscaldato, alla temperatura di 180° e cuocere per circa 15\20 minuti.

Una volta sfornate,lasciare raffreddare.
A cosa serve la marmellata?
Dopo la cottura alcune mandorle possono staccarsi,basta bagnarle leggermente
nella marmellata e rimetterle sulle dita di strega, funge da collante.Questa ricetta è stata curata per Vita da Mamma da <<Mamma Daniela>>, è, però, una rivisitazione delle Dita della Strega di <<Mamma Giusy>>. A Giusy ed a Danniela vanno i nostri ringraziamenti.

Leggi anche

Seguici