Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Animali domestici e bambini, consigli pratici per una buona convivenza

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

27 Febbraio 2013

Gli animali in casa possono essere un lavoro impegnativo, ma l’esperienza con gli amici a quattro zampe, soprattutto se avete dei bambini, può essere gratificante dal punto di vista emotivo ed educazionale.

Ma qualche regola, per la convivenza deve essere data. A questo ci pensa da anni, “Luomo che sussurrava ai rottweiler”. Si chiama Simone Dalla Valle, ha scritto un libro “Un cane per amico” e condurrà in primavera la quinta stagione del programma Missione Cuccioli.

La prima cosa da dire è che il bambino che vive con un animale godrà dei benefici anche psicologici di questa compagnia. Si aprirà a nuove esperienze e sarà anche più recettivo nei confronti del “diverso” in generale.

Poi i consigli pratici sono d’obbligo per un accordo perfetto tra cani e bambini.

Preferire le razze da compagnia come i Carlino o i bulldog. Evitare i Chiwawa, non per il loro carattere, ma per la loro taglia delicata.

Razze perfette anche i cani di grossa taglia, come Golden Retriever o il Terranova. Questo proprio per il carattere ludico del rapporto che si instaura tra bambino ed animale. I bimbi che pensano di trattare il loro amico a quattro zampe come un pupazzo avranno più difficoltà a farlo con un cane dalla stazza importante. Gli animali così avranno la possibilità di essere indipendenti e di avere il proprio spazio.

Per comprare un animale si consiglia sempre di andare  in allevamenti e non fidarsi di internet. Si potrebbe infatti incappare in acquisti di animali importati o con problemi di salute.

Considerare sempre l’età del cucciolo che si vuole tenere in casa e non “adottarlo” prima dei cinque mesi di età. I bimbi si sa considerano un cucciolo un compagno di gioco, e sarebbe inopportuno per l’animale non rispettare i loro bioritmi come dormire 20 ore al giorno o mangiare e permettergli di fare scoperte da sé.

Una cosa importante, soprattutto per chi ha bambini di età inferiore a dieci anni, è non lasciare mai soli i piccoli con gli animali: il cane, anche quando un bambino gioca, potrebbe sentirsi minacciato da qualche azione del bambino (tirargli la coda o le orecchie) e attaccare. Ricordarsi sempre che un cane si sente amato se è lasciato libero e se i ritmi vengono rispettati.

Nel caso in cui il bimbo arriva quando l’animale è in casa è necessaria qualche accortezza maggiore: mai lasciare il cane solo vicino al neonato, perché anche i cani potrebbero essere “gelosi” del nuovo arrivo.

Cercare di rispettare l’indipendenza, gli spazi e i ritmi, evitare comportamenti che creino gelosia: questi in sintesi i consigli di Simone Dalla Valle.

Tutti consigli che potrebbero valere anche per una perfetta convivenza tra esseri umani.


Leggi anche

Seguici