Seguici:

Nasce a 27 Settimane, Nascita Prematura di una Bimba

Nasce a 27 settimane, doveva sopravvivere pochi giorni e invece ora torna a casa!

Gioela Saga

di Gioela Saga

09 Ottobre 2015

Quando la vita vuole prendere il sopravvento riesce a farlo in ogni modo possibile, anche contro le previsioni mediche che avevano detto che questa bambina, che nasce a 27 settimane, non sarebbe sopravvissuta più di 20 giorni. Invece ce l’ha fatta ed è ora la gioia dei suoi genitori che hanno creduto in lei!

Nasce a 27 settimane e sfida le previsioni dei medici

nasce a 27 settimane bimba prematura

Mollie Perrin nasce a 27 settimane, in anticipo di ben 13 settimane, il 27 aprile scorso, con taglio cesareo d’urgenza dopo due settimane di ricovero ospedaliero della mamma per osservazione, settimane di apprensione in cui la piccola era costantemente monitorata per osservare la sua crescita e che fosse ancora viva!

La madre Stephanie di 34 anni con il marito James di 38 era stata informata dai medici che era un caso difficile, che la bimba sarebbe nata molto prematura a causa di un problema alla placenta e che probabilmente non sarebbe sopravvissuta che pochi giorni, al massimo 3 settimane.

Il suo peso era di soli 481 grammi, meno di un pacchetto di zucchero. Immediatamente è stata portata presso l’unità intensiva neonatale.

Mollie ha però sfidato le aspettative dei medici e ha mostrato subito un grande attaccamento alla vita, a tre settimane di vita, i suoi genitori sono riusciti a tenerla in braccio contro ogni previsione.

Dopo 17 settimane Mollie è tornata a casa con mamma e papà:

“Non posso crederci che finalmente è arrivato il momento di portare a casa Mollie!” ha detto James.

nasce a 27 settimane prematuro

Nasce a 27 settimane: “Finalmente saremo una famiglia!”

“Alla prima ecografia ci avevano detto che avremmo potuto averla con noi solo 3 settimane e noi ci siamo sentiti morire. C’erano così tante domande nella nostra testa… è stato orribile ma in ospedale si sono presi cura di tutti noi e ora saremo finalmente una famiglia!”

Mollie soffriva di un ritardo di crescita intrauterina (IUGR), ciò significava che non stava crescendo ad un ritmo normale nel grembo della mamma a causa di problema alla placenta che non la nutriva correttamente.

Inoltre si era presentato anche un problema con il cordone ombelicale che si stava restringendo, sempre a causa dello stesso motivo primario legato alla placenta.

Al momento delle dimissioni Mollie pesava invece già poco più di due chili e mezzo ma era finalmente fuori pericolo!

nasce a 27 settimane prematura

“La cosa più brutta sarebbe stato tornare a casa senza la nostra bambina!” dice il papà “Vedere tutti questi genitori entrare ed andare via con i loro piccoli è stato devastante… adesso invece sapere che andremo a casa con Mollie è di enorme conforto.”

“Questo dimostra che è possibile superare ogni ostacolo del destino e che i miracoli accadono.”

E’ vero, è proprio così, anche una piccola vita può avere la forza di farcela se crediamo in lei contro ogni aspettativa!

Fonte: Dailymail



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici