Seguici:

Loris Stival: Veronica Panarello Trattava suo Figlio Così

I comportamenti di mamma Veronica diventano oggetto di indagine: un'amica rivela come trattava suo figlio Loris Stival,emergono nuovi e dolorosi particolari

Federica Federico

di Federica Federico

16 Novembre 2015

Loris Stival è morto all’età di soli 8 anni, presumibilmente strangolato e secondo l’accusa la mano assassina è stata quella della madre, Veronica Panarello, detenuta in carcere con l’accusa infamante di avere tolto la vita a suo figlio.

Le indagini sull’omicidio di Loris Stival si sono concentrate su mamma Veronica e hanno disegnato il ritratto di una donna turbata, sola, madre giovanissima e forse non del tutto trasparente e felice nell’animo.

Ma da madre, Veronica Panarello, come ha potuto uccidere suo figlio Loris Stival e perché lo avrebbe fatto?

Il settimanale Giallo nel n°46 del 18 novembre 2015 rende pubbliche le rivelazioni che un’amica di mamma Veronica ha liberato durante un formale interrogatorio, emergono particolari tanto importanti quanto inquietanti.

Più tralci testuali delle dichiarazioni rilasciate dall’amica di Veronica Panarello alle autorità sono riportati e pubblicati sulle pagine del settimanale e se ne consiglia la lettura agli appassionati di cronaca e a chi con sete di giustizia e desiderio di verità sta seguendo il caso Stival.

Loris Stival omicidio

Sonia R.G. è una vicina di casa degli Stival, il 10 ottobre 2015 venne ascoltata come persona informata dei fatti presso la Questura di Ragusa, dal suo racconto sarebbe emerso che Veronica Panarello avrebbe vissuto col figlio Loris un rapporto conflittuale fatto di piccole umiliazioni ovvero di rimproveri abitualmente urlati e parole non appropriate ripetute con frequenza.

Il settimanale Giallo riporta le dichiarazioni della testimone e nelle pagine dedicate alla vicenda si legge un virgolettato doloroso, riferendosi a Loris, Sonia R.G. avrebbe dichiarato : Veronica (ndr.) “era solita sgridarlo dandogli del cretino e dello stupido, cosa che invece non faceva col piccolo Diego”.

Stando a quanto dichiarato dalla testimone, mamma Veronica manifestava un’aperta preferenza per Diego, il secondogenito, con cui viveva un rapporto di appartenenza profonda rintracciando nel bambino una maggiore somiglianza con lei. A quanto pare Veronica Panarello attribuiva a Diego e non a Loris la sua stessa intelligenza: avrebbe detto all’amica che Diego le somigliava, come lei era intelligente, mentre Loris somigliava al padre.

Loris Stival Omicidio

L’amica, inoltre, avrebbe riferito alle autorità che Veronica era più serena e rilassata quando il marito rimaneva fuori per lavoro, quando l’uomo annunciava il suo rientro mamma Veronica si incupiva e rattristava.

Un particolare delicato emerge dall’intervista giudiziale rilasciata da Sonia G.R.:

dopo la morte di Loris, nella prima conversazione che avvenne tra la teste e Veronica Panarello, la mamma di Loris ringraziò Sonia per una cintura nera che il fidanzato della donna aveva regalato al bambino. Ebbene, per diretta ammissione del fidanzato di Sonia, mai nessuna cintura nera fu donata a Loris Stival.

Il settimanale “Giallo” si chiede se nelle parole di mamma Veronica vi fosse una verità nascosta e se quella cintura possa avere a che fare con un’altra cinta: la cinta blu che Loris portava sempre ma che non fu più ritrovata dopo la sua morte e che non indossava quella mattina (o quantomeno non fu rinvenuta sul suo cadavere).

Sonia G.R., stando a quanto riportato dalla fonte stampa, non è una testimone qualunque, conosceva bene Loris Stival, mamma Veronica e la famiglia:

Sonia e Veronica erano vicine di casa e amiche; Sonia aiutava Loris nei compiti, lo faceva spontaneamente da quando si era accorta che il bambino in casa non aveva la serenità giusta per studiare; le due donne si vedevano spesso e quando Veronica era sola trascorrevano insieme anche delle serate casalinghe per farsi compagnia.

Loris Stival omicidio

Anche la deposizione di Sonia G.R. fa pare gli atti di indagine e sarà vagliata dalle autorità concorrendo alla decisione sull’eventuale processo a carico di Veronica Panarello per l’omicidio del figlio. In merito è fissata per il prossimo 19 novembre l’udienza in Camera di Consiglio durante la quale si deciderà se avviare o meno il processo per omicidio a carico della mamma di Loris Stival.



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici