Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Bucato del Neonato Senza Detersivi: Ecco Come Fare

Bucato del neonato senza detersivi. Consigli e suggerimenti per lavare il corredo del nostro piccolo senza detergenti aggressivi e usando degli accorgimenti

Alessandra Albanese

di Alessandra Albanese

30 Novembre 2015

I bambini appena nati hanno quell’odore tutto loro di “piccolo”, che è meglio di qualsiasi fragranza o ammorbidente.

La loro pelle è liscia e delicata, pura e morbida, e anche con il loro bucato ci sarebbe da fare attenzione e usare alcuni accorgimenti.

Bucato del neonato senza detersivi

bucato del neonato senza detersivi

Proprio perché così delicata, la pelle del neonato dovrebbe supporre una certa cura anche quando si lavano i vestitini con i quali entra in contatto.

Il loro sistema immunitario non è ancora ben sviluppato, e i neonati sono esposti a germi e infezioni.

Inoltre nei primi mesi un bimbo necessita di parecchi cambi giornalieri: si pensi al cambio del pannolino, al conseguente cambio di body, tutine e bavette, insomma le mamme hanno un gran da fare a lavare il corredo del piccolo.

Bisogna anche considerare che i detergenti che normalmente si utilizzano per il bucato potrebbero essere troppo aggressivi e ricchi di sostanze se non tossiche, possibilmente allergizzanti per una pelle così delicata, e vale la pena fare attenzione a scegliere il detersivo giusto, o addirittura a fare il bucato del neonato senza detersivi.

Bucato del neonato senza detersivi – Alcuni consigli

 

Una cosa la vorrei premettere: non lasciamoci prima di tutto prendere la mano dal disinfettare tutto in casa, come se dovessimo far vivere il nostro piccolo in una camera sterile.

Attenzione si, ossessione assolutamente no!

Certamente separare il bucato del neonato dal resto va bene, ma non è necessario sterilizzare o lavare a temperature altissime.

Si potrebbe poi optare per un detersivo specifico, nei supermercati ormai se ne vedono parecchi.

L’utilizzo di detergenti chimici va comunque sempre dosato: non abusate di questi, tantomeno è necessario l’uso di ammorbidenti.

Anche stendere i capi bagnati è un’operazione che necessita di cura: se vivete in città ad esempio è bene non farlo in orari di maggior traffico, poiché lo smog potrebbe lasciare sul bucato del neonato più prodotti chimici che gli stessi detergenti o la stessa sporcizia del piccolo.

Lasciate i capi in ammollo prima di lavarli a mano o in lavatrice, sarà più facile eliminare lo sporco.

Infine, ecco una ricetta da fare in casa per ottenere un detersivo naturale, privo di sostanze chimiche e utile per fare il bucato del neonato senza detersivi.

bucato del neonato senza detersivi

Occorrente:

  • Sapone di Marsiglia
  • Sale
  • Bicarbonato
  • Aceto bianco
  • Una patata

 

Grattuggiate un panetto di sapone di marsiglia con una grattugia per il formaggio (preferite quello naturale fatto con soda e olio di oliva se possibile).

Aggiungete un cucchiaio di sale e un cucchiaio di bicarbonato.

Mettere un po’ del composto nella vaschetta e caricare la lavatrice con un programma per capi delicati  a temperatura non elevata.

In alternativa potete usare il sapone di marsiglia direttamente strofinato sui capi, o soltanto su uno di essi, o su uno strofinaccio, che metterete nel cestello con il bucato del neonato e aggiungere sempre il bicarbonato e il sale nella vaschetta.

Al posto dell’ammorbidente versate nella vaschetta apposita della lavabiancheria 100 ml di aceto bianco, e otterrete capi morbidi e puliti (se volete aggiungete qualche goccia di olio essenziale della vostra fragranza preferita per avere un bucato profumato).

Infine infilate una patata ben lavata e pulita in un calzino e mettetela insieme al bucato: il suo effetto sbiancante renderà i vostri capi puliti e bianchi.

La patata potrà essere riutilizzata 4 o 5 volte prima di essere buttata.

Provate la nostra “ricetta” casalinga per fare il bucato del neonato senza detersivi, e diteci com’è andata!

Leggi anche

Seguici