Seguici:

Andrea Grant, Mamma con Cicatrici Profonde sulla Pancia

"La vita è degna di essere vissuta anche con le sue cicatrici, in modo da abbracciare gli sguardi e andare avanti”, ha detto Andrea Grant.

Federica Federico

di Federica Federico

06 Ottobre 2016

Si dicono molte cose della maternità. Che rappresenti un diritto naturale di ogni donna, però, lo dicono ancora in pochi.

Diventare mamme è un diritto assoluto e naturale (sia che si diventi madri di pancia sia che si divenga mamme di cuore) e questa  è una verità non negabile!

La maternità è un istinto naturale, come respirare, bere e mangiare, in questo senso avere un bambino significa per una donna vivere, esistere e realizzare la propria essenza materializzando l’amore. Andrea Grant dimostra realmente tutto questo e testimonia quanto forte possa essere l’istinto alla procreazione.

Andrea Grant è una giovane donna già mamma dal 2012 ed oggi nuovamente in attesa di un figlio, le sue gravidanze sono del tutto eccezionali perché il ventre di questa madre è segnato nel profondo da ferite vive e dolorose:

quando aveva solo 9 anni la sua casa andò a fuoco e lei e suo fratello rimasero intrappolati tra le fiamme riportando gravissime ustioni.

Andrea Grant mamma

Sono passati 15 anni dall’incendio in cui Andrea Grant e suo fratello rischiarono di perdere la vita. La donna pubblica ancora su Instagram le immagini del suo corpo di bambina dilaniato dalle fiamme, l’80% della pelle era compromessa e la ripresa è stata un lento e difficile percorso tutto in salita.

 

La sentenza che investe la donna, una volta adulta, è amara:

i medici ritenevano che non potesse affrontare una gravidanza, proprio a causa delle lesioni cutanee profonde e capaci di compromettere l’elasticità dei tessuti.

Ma Andrea Grant voleva diventare mamma e per rispondere al suo istinto materno ha sfidato la medicina, la sorte e il destino.

Nel 2012 ha partorito il suo primo figlio ed ora è nuovamente in dolcissima attesa. Per celebrare la sua seconda gravidanza Andrea Grant ha  voluto posare per un servizio pre-nascita con un vestito in pizzo rosa che non nasconde le tracce della sua storia e sul suo pancione ha messo una corona che vuole significare tanto: il diadema indica la forza e il coraggio di sentirsi una regina, nonostante tutto e nonostante la vita che duramente mette alla prova.

Impatiently waiting the arrival of a very special little boy Marcus D Jackson Jr.

Una foto pubblicata da Expecting 👶🏾 (@chillonmill) in data:

Quando Andrea Grant ha pubblicato sul suo profilo social le immagini provenienti dal set fotografico del pre-nascita della sua creatura, non pensava assolutamente che il suo corpo di mamma-coraggio potesse attrarre tanta attenzione. Le foto sono presto divenute emblema di grande passione e dedizione per la famiglia: dimostrano e realizzano quell’altruismo di cui solo le mamme sono capaci.

Andrea ha spiegato il perché della corona che ha scelto di indossare durante il servizio fotografico:

l’ispirazione del diadema proviene dalla sua canzone preferita, quella musica che negli anni le ha dato tanto coraggio e che nel testo recita: “Ho imparato ad amare me stessa incondizionatamente perché io sono una regina.

Andrea Grant ha dato vita ad un’organizzazione di supporto per le vittime di grandi ustioni e per le loro famiglie; la speranza è che la virilità di queste immagini significhi anche accoglienza, comprensione e accettazione sociale del “diverso”.

La vita è degna di essere vissuta anche con le sue cicatrici, in modo da abbracciare gli sguardi e andare avanti”, ha detto Andrea Grant.

Prurito Insopportabile in Gravidanza, Attenzione – Ecco da Cosa può Dipendere 



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!
Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici