Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Linguaggio del Bambino di Due Anni: Quali Parole Dovrebbe Dire

Supportare lo sviluppo del linguaggio del bambino di due anni è essenziale per rendere questa delicata fase di crescita meno difficoltosa.

Anna Pannico

di Anna Pannico

22 Marzo 2017

Lo sviluppo del linguaggio varia da bambino a bambino, ma in linea generale segue un processo lineare che può essere ulteriormente stimolato con attività ideate per fasce d’età.  Il linguaggio del bambino di due anni seppure circoscritto, si caratterizza per una sua vastità e composizione.

I progressi compiuti sotto il profilo cognitivo, in particolar modo lo sviluppo di una maggiore articolazione linguistica, definiscono il linguaggio del bambino di due anni.

 linguaggio del bambino di due anni sviluppo

A questa età si verifica una forte esplosione nel vocabolario del bambino, ed il linguaggio utilizzato è più complesso in quanto le parole che prima utilizzava isolatamente, adesso sono combinate fra loro.

 

Oltre alla persistenza della gestualità, il bambino comincia a formulare le prime frasi composte, costituite da soli due elementi, che in realtà sono abbreviazioni di proposizioni più lunghe ed elaborate.

 

Il bambino utilizza maggiormente sostantivi ed aggettivi omettendo frequentemente preposizioni, congiunzioni ed articolazioni. Questo comporta che le frasi sono grammaticalmente scorrette e  prive di senso compiuto, ma ciò che conta è che i suoni vocali prolungati, tipici della fase antecedente, vengano sostituiti da una primitiva forma di parlato.

 

Generalmente, a due anni, il vocabolario del bambino è composto da un minimo di 50 parole, ma il processo di riproduzione vocale è diverso da quello di apprendimento delle stesse.

Nella maggior parte dei casi infatti, le parole comprese dal bambino sono molte di più di quelle che riesce a pronunciare; talvolta si verifica il fenomeno opposto, ma questo dipende dalle abilità singolari.

Nel linguaggio del bambino di due anni sono presenti nomi di cose, di persone ed animali che solitamente vede e vive nella sua quotidianità  

Ciò significa che il bambino a due anni dovrebbe essere in grado di:

 

  • identificare componenti dell’arredo di casa (tavolo, letto, sedia),
  • riconoscere alcuni animali (cane, gatto, uccello),
  • richiamare le persone a lui familiari (mamma, papà, zio),
  • chiedere spontaneamente determinati cibi e bevande (succo, latte, mela),
  • riconoscere parti del corpo (naso, bocca),
  • ripetere le parole che sente,
  • dire “sì” e “no”
  • eseguire semplici comandi (riporre un giocattolo nella cesta),
  • collegare gesti e parole (dire “ciao ciao” accompagnato dal gesto con la manina),
  • puntare un oggetto e dire il nome.
 

Il consiglio è di non semplificare il linguaggio storpiando le parole (ad esempio “gatto” in “miao”) ma di parlare in maniera semplice e chiara, sicché è proprio attraverso la comprensione del parlato altrui il bambino gradualmente aggiunga nuove parole al suo lessico.

La maggiore curiosità  per il mondo esterno aiuta a sviluppare il linguaggio del bambino di due anni.

In questa fase della crescita il bambino vuole esplorare e conoscere più approfonditamente l’ambiente che lo circonda. Attraverso la sfera sensoriale e lo sviluppo cognitivo, il bambino assume una maggiore consapevolezza degli spazi nei quali si muove, si approccia diversamente alle cose, ponendosi degli interrogativi che spesso trovano soluzione nell’associazione. Il bambino infatti, riesce ad associare non solo oggetti tra loro simili per caratteristiche (ad esempio oggetti entrambi morbidi), ma anche parole ad oggetti.

linguaggio del bambino di due anni sviluppo

E’ per questo che quando la mamma indica un oggetto è bene che ne pronunci anche il nome: il bambino, dopo alcune volte, imparerà che quell’oggetto è associato alla specifica parola.

 La voglia di conoscere spinge il bambino a porre delle domande, favorendo così una maggiore interlocuzione sebbene costituita da  semplici botta e risposta.

Il bambino a due anni chiacchiera sempre non solo con gli altri ma anche quando è solo, pertanto è importante incoraggiare tale comunicazione rispettando i tempi di parola del bambino, evitando di anticipare i suoi discorsi e senza pronunciare le parole al suo posto.

E’ possibile favorire uno sviluppo adeguato del linguaggio del bambino di due anni attraverso semplici attività che stimolano l’interazione.

 

Rendere il bimbo partecipe nella lettura di storie e fiabe è una delle attività che beneficano il linguaggio del bambino di due anni.

Utili sono i libri illustrati ed animati, meglio ancora se riproducono attività che di solito il bambino svolge, intervallando la lettura con domande che gli permettono di esprimersi.

linguaggio del bambino di due anni sviluppo

Recitare filastrocche e cantare  canzoncine stimola l’apprendimento e la riproduzione vocale delle parole. Questo perché il ritmo cadenzato, le rime, la modulazione e l’intonazione della voce mettono in moto nel bambino un meccanismo di memorizzazione linguistica. Il processo è ulteriormente facilitato dal fatto che a due anni il bambino tende molto a ripetere ciò che ascolta.

Ad ogni modo permettete sempre che il bimbo si esprima, anche in discorsi privi di significato. Incoraggiatelo nel riprodurre nuove parole, nel descrivere quello che sta facendo o gli oggetti che sta maneggiando

Tenete bene in considerazione che ogni bambino ha i suoi tempi nell’acquisire le diverse capacità, per cui non arrecategli mortificazioni e rimproveri se non pronuncia correttamente le parole.

 

In casi particolari potrebbe essere necessario il supporto di uno specialista, ma questa è una valutazione da fare insieme al medico e soltanto nei casi che realmente lo richiedono. In questa fase è altrettanto importante non caricare il bambino di ansie se fatica a parlare. Nulla toglie che con il trascorrere del tempo il bambino riesca autonomamente a superare le difficoltà.


Dedicare la giusta attenzione, essere amorevoli e pazienti, sono ingredienti che assolutamente non possono mancare in questa tipologia di lavoro. Nonostante il fatto che lo sviluppo del linguaggio del bambino di due anni dipenda dalle singole abilità del bambino, un costante supporto esterno è fondamentale affinché il piccolo impari a parlare bene e nella regolarità dei tempi.

Leggi anche

Seguici