Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Tingere i Capelli Bianchi: Rimedi Naturali Per Farlo in Casa

Tingere i capelli bianchi per alcune donne è un'azione periodica, per cui è bene fare attenzione ai prodotti utilizzati per evitare di danneggiare i capelli

Anna Pannico

di Anna Pannico

13 Aprile 2017

Tingere i capelli bianchi si rende estremamente necessario quando diventano troppo evidenti, dando al nostro aspetto un tono decisamente invecchiato.

 

Nella maggior parte dei casi si ricorre a tinture oppure a trattamenti particolari, talvolta anche dispendiosi economicamente e rischiosi per i capelli stessi.

E’ possibile servirsi di metodi alternativi e completamente naturali per tingere i capelli bianchi.

tingere i capelli bianchi con tintura naturale

I prodotti o i trattamenti con elevato contenuto di sostanze chimiche rischiano di danneggiare seriamente il capello. Quelli utilizzati per tingere i capelli bianchi vengono eseguiti periodicamente, per cui il rischio di rovinare la capigliatura è decisamente più alto.

 

Nulla da togliere all’efficacia di tali prodotti ma, a lungo andare, soprattutto i capelli più fragili possono ugualmente risentirne.

 

In alternativa, esistono alcuni ingredienti (anche facilmente reperibili in commercio) che grazie a specifiche proprietà fungono da colorante per capelli. Sono i cosiddetti “rimedi della nonna” infallibili e quasi mai deludenti.

Questi sono i prodotti naturali con i quali è possibile tingere i capelli bianchi.

 

  • Caffè. Con il caffè si può realizzare una tintura scurente da applicare prima dello shampoo. Il consiglio è di utilizzare del caffè naturale (biologico) in quanto quello industriale potrebbe contenere additivi compromettenti gli effetti desiderati. Per ottenere la tintura basta preparare una macchinetta di caffè molto forte e lasciarlo raffreddare. Successivamente, il caffè va versato in una bottiglietta (ideale è quella con l’apposito applicatore delle tinture) ed applicato sui capelli. I capelli bagnati di caffè devono essere delicatamente massaggiati e lasciati in posa per circa 5 minuti. Trascorso il tempo consigliato, proseguire con il risciacquo. L’azione del caffè oltre a tingere i capelli bianchi, li rinforza contrastando la caduta.

 

  • Salvia e rosmarino. L’impacco a base di erbe aromatiche serve principalmente a ravvivare il colore della chioma, difatti è particolarmente indicato per i capelli grigi oppure per coprire i primi capelli bianchi. La preparazione della soluzione per tingere i capelli bianchi è molto semplice, in quanto bisogna lasciare i due aromi in infusione in 250 ml di acqua calda, per circa 30 minuti. L’infuso deve raffreddarsi e successivamente essere filtrato e versato sui capelli, con una posa di 30 minuti.  E’ possibile ripetere il trattamento ogni giorno fino a quando la chioma non ha raggiunto il tono desiderato.

 

  • Tè nero. Grazie alle proprietà antiossidanti ed alla ricca presenza di pigmenti, il tè nero è particolarmente efficace nel tingere i capelli bianchi. Per ricorrere a questo rimedio è sufficiente mettere in ebollizione le foglie di tè nero per circa 30 minuti, lasciando riposare l’infuso per circa 24 ore. Soltanto dopo che sia trascorso questo tempo è possibile applicalo direttamente sui capelli come impacco pre-shampoo. Il tempo di posa prima di procedere allo shampoo è di circa 1 ora.

 

  • Cacao. Mescolato al miele crea una crema naturale in grado di tingere i capelli bianchi. Con 3 cucchiai di miele e 3 di cacao verrà fuori un composto abbastanza denso da applicare sui capelli asciutti prima dello shampoo. Il tempo di posa è di circa 1 ora prima di procedere al risciacquo. I capelli oltre ad avere un colore più intenso assumeranno una profumazione estremamente gradevole. I dosaggi dei due ingredienti possono variare proporzionalmente in base alla lunghezza dei capelli.
 

 

Anche l’henné è estremamente adatto a tingere i capelli bianchi arrecando alla chioma molteplici benefici.

tingere i capelli bianchi con tintura naturale

L’henné è una polvere che si ottiene dall’essiccazione e dalla successiva macinazione delle foglie della pianta, ed è presente in commercio in diverse tonalità per lo più scure (mogano-castano). E’ possibile acquistarlo in erboristeria, in farmacia oppure presso alcuni rifornitori di parrucchieri.

L’henné oltre a tingere i capelli bianchi rende il capello più disciplinato, lo migliora se rovinato e aiuta a contrastare la forfora grassa.

 

Questo significa che il prodotto oltre a colorare i capelli, li protegge e li cura in modo naturale.

 

L’impacco di henné è molto facile da preparare e le dosi non sono definite genericamente poiché dipendono dalla lunghezza dei capelli.

 

Versate in un recipiente l’henné insieme a dell’acqua tiepida. Mischiate bene fino ad ottenere una crema densa. E’ consigliato preparare il composto  qualche ora prima (anche 12 ore prima) aggiungendovi una goccia di aceto o di limone.

 

Questo serve a  rendere il colore più intenso, anche se non è necessaria una preparazione così anticipata.

Non utilizzate mai recipienti e mestoli di metallo in quanto inquinano il prodotto.

 

Prima di procedere all’applicazione del composto lavate i capelli solo con acqua e lasciateli umidi.  Per apporre il composto sui capelli utilizzate dei guanti in lattice e lasciate in posa per circa un ora. Successivamente eseguite un abbondante risciacquo, asciugando la chioma con  un asciugamano fuori uso (poiché con lo shampoo si scaricherà molto colore).

 

La durata dell’henné è di circa 6-8 settimane ed il colore va schiarendosi con i lavaggi.

 

I rimedi naturali per tingere i capelli bianchi producono gli stessi effetti di una qualsiasi altra tintura presente in commercio, ma allo stesso tempo arrecano benessere ai capelli. Gli effetti di alcuni prodotti sono davvero sorprendenti, soprattutto quando vengono utilizzati in modo alternativo all’uso comune.

 

Leggi anche

Seguici