Seguici:

Gioca con la figlia nella tomba: la difficile scelta di un papà

Il video che riprende un padre mentre gioca con la figlia nella tomba destinata a quest’ultima ha commosso il mondo intero. Per loro non c’è altra soluzione

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

29 Giugno 2017

La scelta dei genitori protagonisti di questa sconcertante e commovente storia può apparire alquanto macabra.

Leggendola mi sono chiesta fino a che punto può spingersi un genitore disperato, consapevole che ben presto dovrà dire addio per sempre alla propria bambina.

Gioca con la figlia nella tomba: la difficile scelta di un papà.

Gioca con la figlia nella tomba: la difficile scelta di un papà

Il video, posto in calce a questo scritto, nonché la foto qui sopra postata, riprendono Zhang Liyong, un contadino povero residente a Neijiang, una città cinese situata nella provincia del Sichuan.

Insieme a lui c’è la piccola Xinlei, la figlia di 2 anni e mezzo alla quale, all’età di soli 2 mesi, i medici hanno diagnosticato una grave forma di talassemia, la beta talassemia.

 

Chiamata anche anemia mediterranea, la beta talassemia è una malattia genetica del sangue caratterizzata dalla carenza di emoglobina, la proteina contenuta nei globuli rossi utile a trasportare l’ossigeno e l’anidride carbonica.

 

Secondo quanto riportato sul portale web della Telethon, tale condizione può essere curata in modo risolutivo solo attraverso il “trapianto di midollo osseo o di cellule staminali da cordone ombelicale da donatori compatibili”.

Laddove non sia possibile effettuare questo trattamento, si tende a procedere con la terapia classica, ovvero “ripetute trasfusioni di sangue, associate a una terapia chelante che elimini l’accumulo di ferro causato dalle trasfusioni”, che però non consente la completa guarigione del paziente ma gli permette di poter vivere purché sotto stretto controllo medico.

Per il padre che gioca con la figlia nella sua tomba tutto ciò si è rivelato essere troppo dispendioso, al punto tale da spingerlo a prendere una drastica decisione.

Le fonti locali infatti riportano che i genitori della piccola, contadini che non godono di una situazione economica agiata, hanno speso tutti i loro risparmi e i prestiti ottenuti da amici, parenti e conoscenti per curare la bambina.

 

Loro malgrado, non potendo più pagare le cure, hanno dovuto interrompere i trattamenti e valutare altre soluzioni, come il trapianto di cellule staminali da cordone ombelicale da donatori compatibili.

Nel video che riprende il padre mentre gioca con la figlia nella sua futura tomba è infatti possibile notare una donna incinta, è la mamma di Xinlei che, insieme al marito, aveva deciso di tentare il trapianto, decisione poi abbandonata perché rivelatasi per loro troppo dispendiosa.

Gioca con la figlia nella tomba: la difficile scelta di un papà

Persa ogni speranza, il papà ha così deciso di costruire con largo anticipo una tomba per la sua bambina e di portala lì ogni giorno affinché possa familiarizzare con l’idea che ben presto quella diventerà la sua dimora eterna.

Ecco perché tutti i giorni il padre gioca con la figlia proprio in quel luogo, si stende accanto a lei e le parla cercando di renderle quanto più familiare possibile quel loculo. È per lui il solo modo di poterla accompagnare in quello che sarà il suo ultimo viaggio.

 

In molti hanno diffuso il video nella speranza di poter attirare l’attenzione dei media e delle istituzioni al fine di poter aiutare questa famiglia e la loro bambina, troppo povera per poter continuare a vivere.

 



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici