Seguici:

Bambina di 1 anno dimenticata in auto: salvata da passante

La bambina di 1 anno dimenticata in auto è stata miracolosamente salvata dal tempestivo intervento di un passante che l'ha udita urlare avvisando i soccorsi

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

07 Luglio 2017

<<Non riesco a spiegarmelo, ero convinta di averla portata all’asilo…>>.

Queste le parole di una mamma 38enne ricoverata in stato di shock presso l’ospedale San Carlo di Milano, lo stesso che ha preso in cura la bambina di 1 anno dimenticata in auto e miracolosamente salvata dal tempestivo intervento di un passante è un poliziotto.

Bambina di 1 anno dimenticata in auto: è salva.

Bambina di 1 anno dimenticata in auto: salvata da passante

Come accade ogni mattina, verso le 8:30 circa, una donna ferma la propria auto all’interno del parcheggio di Bisceglie, stazione della linea M1 della metropolitana di Milano.

Come ogni mattina quella stessa donna scende dalla vettura per prendere il mezzo pubblico che la porterà sul posto di lavoro, nel centro del capoluogo lombardo.

Una routine quotidiana interrotta ieri, giovedì 6 luglio 2017, da una telefonata che la avvertiva di non aver portato sua figlia di un anno all’asilo bensì di averla dimenticata sul seggi8olino dell’auto parcheggiato a Bisceglie.

 

Circa un mese dopo la tragedia consumatasi a Castelfranco di Sopra, in provincia di Arezzo, dove una bimba di appena 16 mesi è morta per arresto cardiaco dopo esser rimasta chiusa nell’auto della mamma per 6 ore, si è verificata una vicenda analoga che, per fortuna, ha avuto un finale non ugualmente drammatico.

La bambina di 1 anno dimenticata in auto infatti si è salvata grazie al tempestivo intervento di un passante che ha immediatamente allertato le forze dell’ordine.

L’uomo, entrato anche lui in quel parcheggio per poter poi prendere la metropolitana, una volta sceso dall’auto e avviatosi verso la stazione ha udito il pianto e le urla della bambina di 1 anno dimenticata in auto.

Una volta localizzata la piccola, ha avvertito i soccorsi che, una volta giunti sul luogo indicato, hanno messo in salvo la bimba.

Bambina di 1 anno dimenticata in auto: salvata da passante

In particolar modo un poliziotto, compresa la gravità della situazione, ha spaccato il finestrino dell’auto, ha aperto lo sportello e liberato la piccola che è stata poi consegnata ai medici, anche loro presenti nel parcheggio, che le hanno prestato le prime cure.

Trasportata presso l’ospedale San Carlo di Milano, la bambina di 1 anno dimenticata in auto è stata dichiarata fuori pericolo ma ha subito un forte shock.

Nello stesso stato è ora la sua mamma che, una volta rintracciata telefonicamente e messa al corrente dell’accaduto, ha avuto un crollo emotivo che ne ha determinato il ricovero nello stesso nosocomio nel quale era stata portata in precedenza la figlia.

 

I medici hanno sottoposto la donna ad una serie di accertamenti così da valutare la natura di questa sua amnesia dissociativa.

Cosa accade ai genitori che dimenticano i propri figli in auto.

Nessuna denuncia è stata sporta nei suoi confronti, i genitori della piccola sono stati descritti come degli stimati professionisti che non vivono un contesto familiare disagiato.

Il caso della bambina di 1 anno dimenticata in auto riaccende i riflettori su una problematica reale.

Per quanto si possa restare increduli dinnanzi a questi “vuoti di memoria” – l’amnesia dissociativa è un disturbo descritto nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM) – può diventare importante, e in certi casi addirittura fondamentale, imparare a riconoscerli e prevenirli.

 

Proprio in Italia esiste “Remmy”, un dispositivo elettrico da poter istallare in auto che segnala la presenza del bambino sul seggiolino al fine di evitare che venga lasciato nell’abitacolo.

Dimenticare il bambino in macchina: allarme sicurezza Remmy

Per minimizzare i rischi è inoltre possibile adottare alcune accortezze come il collocare accanto al seggiolino auto la borsa, le chiavi di casa o dell’ufficio o anche il cellulare.

Utile potrebbe essere anche lo scambio di telefonate tra coniugi e/o parenti per assicurarsi dell’accompagnamento del bambino a scuola.

 

Fonte: Repubblica Corriere Tgcom24



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!
Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici