Seguici:

Sanguinamento su viso e mani: 21enne affetta da ematoidrosi

Sanguinamento su viso e mani senza la presenza di lesioni, questi i sintomi legati ad una rara condizione riscontrati su una ragazza di 21 anni

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

26 Ottobre 2017

Improvviso sanguinamento su viso e mani senza presenza alcuna di lesione cutanea o di qualunque altro tipo di trauma, questi i sintomi mostrati da una ragazza fiorentina di 21 anni.

Il caso della giovane, la cui patologia è divenuta oggetto di studio scientifico, si è recata in ospedale affinché qualcuno potesse darle una spiegazione che giustificasse quegli strani sintomi che si manifestavano da ormai 3 anni.

 

Dopo aver analizzato il caso e vagliato tutte le opzioni possibili, i medici dell’Università di Firenze, Roberto Maglie e Marzia Caproni del dipartimento di Dermatologia, hanno reso noti i risultati attraverso la recente pubblicazione del loro studio sulle pagine della rivista scientifica Canadian Medical Association Journal (Cmaj).

Sanguinamento su viso e mani: 21enne affetta da ematoidrosi.

Sanguinamento su viso e mani: 21enne affetta da ematidrosi

Nel succitato articolo, viene ricostruita la storia e l’evoluzione del sanguinamento su viso e mani della ragazza.

I medici chiariscono che tale sintomo non era dovuto ad una qualche lesione e che non era ben chiara l’origine.

 

Viene inoltre chiarito che il sanguinamento su viso e mani si verificava maggiormente mentre la 21enne dormiva, quando la stessa svolgeva un’intensa attività fisica oppure quando era molto stressata e che il sintomo aveva una durata che variava dall’uno ai 5 minuti.

Gli esperti hanno ulteriormente specificato che tale condizione ha spinto la giovane ad isolarsi e l’ha resa molto fragile dal punto di vista psicologico, la stessa infatti ha iniziato a soffrire di un disturbo depressivo ed attacchi di panico.

Nel cercare di scoprire la causa di quel particolare quanto improvviso ed inspiegato sanguinamento su viso e mani, i medici hanno effettuato una diagnosi differenziale che comprendeva il disturbo fittizio ed una condizione molto rara nota come ematogenesi.

Dopo aver effettuato analisi approfondite, è stata scartata l’ipotesi di disturbo fittizio, ossia la tendenza di un soggetto a simulare o produrre i sintomi di una malattia, sia fisica che psicologica.

<<Abbiamo osservato il rilascio di fluido macchiato di sangue dal suo viso – si legge sul Cmaj – Sulla base della presenza di eritrociti in esame microscopico (esclusi i disturbi che inducono la secrezione di “sudore colorato”, come la cromidrosi e la pseudocromidrosi), abbiamo diagnosticato l’ ematoidrosi (Hematohidrosis)>>.

Sanguinamento su viso e mani: 21enne affetta da ematidrosi

L’ematoidrosi, il cui principale sintomo è, per l’appunto, il sanguinamento su viso e mani, è una rara condizione che può colpire una persona su 8 milioni.

Benché una prima descrizione di questa patologia risale al III secolo a.C., nella letteratura non vi è una descrizione ben precisa della stessa, le cause, come anche una possibile cura, si avvalgono di ipotesi e tentativi effettuati sui rarissimi casi.

<<È una malattia non comune caratterizzata dal “sudare sangue” attraverso la pelle intatta – si legge nell’articolo – Sono state proposte varie cause, tra cui le malattie sistemiche, sforzi eccessivi e disturbi psicogeni, in cui il sanguinamento potrebbe essere il risultato di un’attivazione del sistema nervoso simpatico esacerbato>>.

La ragazza è stata in seguito curata con degli psicofarmaci utili per risolvere l’ansia e la depressione mentre per il sanguinamento su viso e mano le è stato prescritto del propanololo, ossia un farmaco contro l’ipertensione che allevia il sintomo anche se non lo elimina del tutto.

 

Fonte: Cmaj

 

 

 

Fonte immagine di copertina Ingimage con licenza d’uso ID: 02E23948



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici