Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Dieta prima di Natale per non ingrassare

Cosa mangiare per non ingrassare ed arrivare in forma alle feste natalizie? La nutrizionista ci illustra la dieta prima di Natale

Dott.ssa Maria Paola De Biase

di Dott.ssa Maria Paola De Biase

14 Dicembre 2017

Manca poco al Natale ma il pensiero comune a molti già molte settimane prima è
 

“Quanti chili prenderò nelle feste!!”.

 
Già, perché si sa che a Natale anche se ci ripromettiamo di fare i bravi a tavola ci ritroviamo a preparare e poi a consumare pasti infiniti, fatti di portate su portate. E a fine feste ci tocca fare i conti con la bilancia.
 
Esiste una dieta prima di Natale da poter fare per non ingrassare? La risposta è “sì”.
 

Dieta prima di Natale per non ingrassare

 
Dieta prima di Natale per non ingrassare
 
Occorre seguire regole precise che ci permettano di arrivare anche con un paio di chili in meno a Natale. E tutto quello che mangeremo in più nelle feste non ci farà sentire in colpa.
 
In questi giorni il corpo deve ripulirsi da tutti gli eccessi. Quindi per la dieta prima di Natale, la prima cosa da fare è togliere tutto il “surplus” che possiamo ogni giorno inserire:
 

  • Alcolici,
  • Succhi di frutta, bibite zuccherate, bibite gassate
  • Salse, panna, creme, ecc.

 
Solo con queste eliminazioni l’organismo reagirà positivamente e ti sentirai più sgonfio nel giro di pochissimi giorni.
 
La seconda cosa da fare è aumentare il consumo di verdura. A pranzo e a cena, in porzioni non troppo esagerate, devono sempre presenti ogni giorno. Un piatto è la giusta quantità.
 
La verdura apporta acqua e fibra. È utile a ripulire il corpo dagli eccessi di liquidi e di tossine. E questo si traduce in peso in meno.
 
La terza cosa prevista nella dieta prima di Natale è ridurre il più possibile l’apporto di carboidrati in questi giorni: pasta, pane e tutti i cereali, orzo, farro, quinoa, miglio, ecc.
 
Tra i carboidrati sono compresi zucchero, dolci, biscotti, fette biscottate, cracker e chi più ne ha più ne metta.
 
Anche le patate pur non essendo cereali sono ricchi di carboidrati e vanno evitati in questi giorni prima di Natale per non ingrassare.
 
In realtà anche la frutta dovrebbe essere evitata perché contiene zuccheri e quindi carboidrati, ma una porzione al giorno possiamo lasciarla, non crea problemi.
 

Dieta prima di Natale: perché è utile eliminare i carboidrati

 
Dieta prima di Natale per non ingrassare
 
Togliendo i carboidrati l’organismo consumerà subito tutti i depositi di glicogeno, ossia di scorte di zuccheri presenti nell’organismo e subito dopo passerà a intaccare i grassi.
 
Il risultato? Perderò un po’ di peso velocemente prima delle feste natalizie in modo che quello che potrei inserire in più a Natale non mi creerà problemi!
 
In più eliminando i carboidrati per qualche giorno, il cervello è come se si “disabituasse” al consumo di zuccheri come fonte di energia e la mente sarà meno propensa alla ricerca dei carboidrati nei giorni di Natale.
 
Quindi realmente il mio corpo non sarà così invogliato a consumare in maniera smodata dolci, primi, focacce e tutte le prelibatezze ricche di carboidrati presenti nelle tavole imbandite a festa.
 

Ovviamente questa non è una regola fissa, è ormai risaputo che la risposta alla mancanza o all’assunzione di carboidrati è soggettiva.

 

Nella dieta prima di Natale, è opportuno inserire ai pasti principali una fonte proteica, quindi un secondo, carne, pesce, uova, formaggio fresco.

 
A colazione uno yogurt, un formaggio, delle uova o semplicemente un bicchiere di latte.
 
La fonte di grassi è fondamentale in questa dieta prima di Natale: olio come condimento ad ogni pasto, frutta secca a merenda o a colazione.
 
In sintesi, non occorre fare digiuno prima di Natale per non ingrassare nelle feste ma impostare diversamente i pasti, che saranno comunque possibilmente cinque. L’organismo assumerà spesso cibo, ma assumerà i giusti alimenti.
 
Non per ultimo, è bene informare che questa tipologia di dieta è adatta solo a soggetti sani.
 
È sempre opportuno chiedere parere al proprio medico o affidarsi ad un nutrizionista prima di attuare questo tipo di rinunce, che per alcuni possono non rivelarsi efficaci o positive.

 

 

 

 

 

 

 

Leggi anche

Seguici