Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Lavoro dei nonni: perché vale 2mila euro al mese

Se il lavoro dei nonni fosse pagato quanto varrebbe? Un’agenzia ha cercato di dare un valore al contributo familiare, spesso indispensabile, di tali figure.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

02 Ottobre 2018

Quanto vale il lavoro dei nonni?

 

Come per i genitori, amore, cura e dedizione è ciò che spinge i nonni ad aiutare materialmente i figli nella crescita e nell’accudimento dei propri nipoti, nonché nella gestione quotidiana delle faccende domestiche.

Un supporto spesso dato per scontato e che nessuno può certamente quantificare, almeno per quanto concerne il piano emotivo.

Eppure, al fine di dar un valore a tale impegno, e rendere ancor più percettibile la loro importanza, c’è chi ha pensato di calcolare un possibile stipendio dei nonni.

 

Lavoro dei nonni: perché vale 2mila euro al mese.

 
Lavoro dei nonni: ecco quanto vale economicamente il loro aiuto
 

La ProntoPro, portale web dedicato ai servizi di lavori professionisti, ha provato a stabilire uno stipendio mensile per dare un valore monetario al lavoro dei nonni. Il risultato è la somma delle varie e diversificate mansioni che i nonni svolgono quotidianamente prendendosi cura dei propri nipoti.

 

Solitamente il lavoro dei nonni che contribuiscono alla crescita e alla cura dei propri nipoti, soprattutto quando i genitori di questi ultimi lavorano, consiste nel: cucinare, aiutare a fare i compiti, accompagnare i bimbi a scuola o a svolgere attività sportive, intrattenerli portandoli al parco o giocando con loro in casa, fare le pulizie o lavare e stirare (se il genitore del piccolo lo richiede), etc.

Come si evince, le mansioni sono diverse ed anche impegnative, soprattutto se il bambino è ancora piccolo.

 

Ma come ha fatto la ProntoPro a calcolare il valore del lavoro dei nonni?

 

Tenendo conto delle paghe medie, sia orarie che mensili, riconosciute ai vari professionisti, la ProntoPro sommato gli stipendi dei diversi lavori che quotidianamente svolgono i nonni:

 

  • Cucinare: la paga media di uno chef è di 50 euro a persona;
  • Pulire la casa, fare il bucato e/o stirare: la paga media di una colf è di 7 euro all’ora;
  • Accompagnare i nipoti a scuola, in palestra, dal pediatra: un’autista guadagna mediamente 15 euro all’ora;
  • Intrattenere e giocare con i bambini: un animatore guadagna mediamente 50 euro all’ora;
  • Eseguire piccoli lavori d’urgenza: l’intervento di un idraulico o di un elettricista costa mediamente 25 euro all’ora;
  • Aiutare i nipoti con i compiti: in media questo lavoro è pagato 15 euro a lezione.

 

Il risultato finale è uno stipendio di circa 2000 euro al mese, ossia quanto guadagnerebbe ogni nonno per il “lavoro” svolto.

“Siamo consapevoli del fatto che l’amore, la cura e la dedizione che i nonni nutrono per i propri nipoti non siano quantificabili né retribuibili in alcun modo economicamente – ha precisato Silvia Wang, co-fondatrice e presidente di ProntoPro – ma abbiamo provato a calcolare uno stipendio medio ideale per rendere tutti più consapevoli del supporto reale che queste preziose persone rappresentano nella propria famiglia.”

Ancora una volta tutto ciò ci fa capire quanto sia importante il lavoro dei nonni che si occupano dei nipoti aggiungendo alle loro quotidiane mansioni l’ingrediente più importante: uno smisurato e sconfinato amore.

 
 

Fonte: Ansa

 


 
 

Fonte immagini 123rf.com con licenza d’uso – ID Immagine: 33526720 – 12787878

 

Leggi anche

Seguici