Seguici:

Albero di Natale Montessori: ecco come si fa

Albero di Natale Montessori: ecco come si fa e perchè fa bene al bambino. Quali competenze sviluppa e come si mette in pratica facilmente a casa propria.

di Federica Federico

17 Dicembre 2018

L’idea montessoriana dell’apprendimento fonda sul coinvolgimento dei sensi nell’esperienza costruttivo-conoscitiva, questo vale anche rispetto alla scelta natalizia di un albero di Natale Montessori.

 

Visto con gli occhi dei bambini, quest’albero – sia esso in pannolenci a cono o di feltro a base piatta (le differenze le esamineremo più avanti) – rappresenta un’esperienza ricca ed entusiasmante.

 

Nel realizzare il suo albero montessoriano, il bimbo:

  • allena la coordinazione oculo-motoria, ovvero il rapporto tra la vista (competenza dell’occhio) e il movimento (competenza delle manine). Infatti l’ albero di Natale Montessori aiuta il bambino a mettere alla prova le sue capacità di portare il movimento esattamente nel punto di focalizzazione della vista. Noterete che il bimbo, concentrato sul suo albero, si sforzerà di appendere ogni addobbo su un diverso bottone.
  • Fa esperienza tattile con differenti materiali (feltro, cartoncino, plastica o osso, lana, filo, eccetera).
  • Gioca con la sovrapposizione e le distanze e scopre l’impressione positiva dei colori che si incontrano sul manufatto.

 

Tutto ciò è arricchito dalla magia del Natale, ovvero dell’immaginario dei simboli natalizi di cui l’albero è emblema.

 

Albero di Natale Montessori

Albero di Natale Montessori.
Fonte immagine 123RF.com con licenza d’uso.

 

Gli alberi di Natale Montessori sono due, di due forme differenti: albero di Natale Montessori con sagoma piatta e albero di Natale Montessori a forma di cono.

 

L’ albero di Natale montessoriano a sagoma piatta è costruito su una base in pannolenci o feltro.

 

Il mio consiglio è di preferire il feltro: entrambi i materiali sono adatti al taglio sagomato e perfetti per i lavoretti dei bambini, tuttavia il pannolenci è più morbido, il che lo rende ideale alla realizzazione, per esempio, di vestitini per le bambole, mentre il feltro è più doppio e basa meglio strutture che devono stare in piedi, per esempio scatole o sculture. Per quanto sarà fissato al muro, un albero in base feltro risulterà più rigido e stabile.

 

L’ albero di Natale montessori conico, invece, è un cono a base rigida, realizzato con un cartone abbastanza doppio da reggere l’intera struttura e rivolto con la punta verso l’alto.

 

A differenza dell’albero su base piatta, qui il rivestimento in pannolenci è consigliabile affinché il tessuto possa seguire l’andamento del cono e adattarsi alla perfezione. Il suggerimento è sempre quello di chiudere la base a garanzia della stabilità dell’albero.

 

La scelta della forma dipende da una serie di fattori:

  • quello a base piatta fa al caso vostro se volete un albero da attaccare a una porta o al muro;
  • l’ albero di Natale Montessori a cono, invece, “segue il bambino“, ovvero è un manufatto portatile che il piccolo trascinerà con sè ovunque, statene sicuri;
  • l’albero a muro è semplice da realizzare perché, in sostanza, basta tagliare il feltro su una sagoma, quello a cono, invece, pretende maggiori abilità di base.

 

La realizzazione di un albero di Natale modello Montessori è fattibilissima Home Made utilizzando la base di feltro o pannolenci per l’albero così come per gli addobbi.

 

Vitadamamma ha tratto dalla rete alcuni esempi di alberi di Natale Montessori, nell’inserirli in questo scritto precisiamo che vi sono numerosi alberi montessoriani in vendita (anche su Amazon), tuttavia, vista la semplicità dell’esecuzione, l’esortazione a provare il fai da te è qui un consiglio anche di risparmio.

 

Albero di Natale a parete modello montessoriano.

 

Albero di Natale a cono modello montessoriano.

 

Perchè fare un albero di Natale Montessori?

 

A prescindere dalle competenze pedagogiche, quali l’allenamento della coordinazione occhio- mano del bambino, nonché le prime esperienze con materiali di diversa consistenza, colore e forma, un albero di Natale Montessori fai da te rappresenta l’opportunità di educare il bambino a un Natale che si fa e non si compera, alla costruzione dell’esperienza natalizia e alla condivisione della gioia del Natale.

 

In modo particolare, la condivisione della gioia del Natale è sia un’esperienza che un sentimento, per quanto ha un peso specifico importante nell’educazione del bambino, negli anni si va tristemente smarrendo.

La graduale perdita di condivisione è la naturale (ma non sana) conseguenza delle pressioni lavorative sempre maggiori sulle famiglie moderne, della distrazione del Natale commerciale e di una crescente disabitudine a ritenere importante la sperimentazione della manualità per i bambini.

 

Cosa serve per fare un albero di Natale Montessori?

 

Albero di Natale in feltro Montessori a base piatta – occorrente:

  • un cartamodello a forma di albero le cui dimensioni vanno valutate in base all’altezza del bambino. Ricordate che, in pieno spirito montessoriano, l’albero deve essere sempre accessibile al piccolo;
  • feltro;
  • pannolenci;
  • altrettanti cartamodelli per ogni elemento o personaggio con cui vorrete addobbare l’albero (pupazzo di neve, bastoncino natalizio, renna, pacchetto, fiocco di neve, eccetera);
  • bottoni (uno per ogni addobbo);
  • ago e filo.

 

Albero di Natale a cono Montessoriano – occorrente:

  • un cartone spesso per costruire il cono la cui base sarà chiusa, ovvero sarà a sua volta coperta da un cerchio di cartone il cui diametro dovrà essere proporzionato al cono. Fate attenzione a dimensionare il cono tenendo conto del fatto che il bambino dovrà gestirlo: sarà il suo albero portatile.
  • pannolenci verde per foderare il cono;
  • pannolenci e feltro per gli addobbi;
  • colla per fissare il pannolenci;
  • cartamodelli per ogni elemento o personaggio dell’addobbo (pupazzo di neve, bastoncino natalizio, renna, pacchetto, fiocco di neve, eccetera);
  • bottoni (uno per ogni addobbo);
  • ago e filo.

Tenete conto che potranno sempre servirvi glitter glue, occhietti, ovatta o ponpon, nastrini e lustrini per rifinire gli addobbi.

 

Come fare un albero di Natale Montessori?

 

Un albero di Natale Montessori si realizza in modo più o meno semplice, tra i due alberi, il più semplice è certamente quello a base piatta, ovvero l’albero montessoriano a muro.

 

  • Una volta procurato o scaricato il cartamodello a forma di albero di natale fissatelo sul dorso del feltro (ovvero sulla parte che appoggerà sul muro) e disegnate i contorni;
  • ritagliate i contorni in modo preciso, questi materiali si prestano abbastanza bene al taglio e il contorno resta sufficientemente uniforme;
  • cucite i bottoni sulla superficie avendo cura di lasciare un debito spazio tra un bottone ed un altro (fatelo considerando quanto saranno grandi i vostri addobbi).

 

Un albero a cono invece pretende un pezzo di pannolenci abbastanza grande da foderare l’intero cono, il consiglio è quello di avvalersi di colla a caldo.

Tagliate, infine l’eccedenza di stoffa sulla base e foderte la stessa con un ulteriore cerchio di pannolenci, ovviamente della medesima dimensione del cerchio base. Vale la pena ricordare che la base del cono va chiusa.

 

La realizzazione delle decorazioni ricalca lo stesso processo valido per l’albero a base piatta, per realizzarle:

  • stampate i cartamodelli,
  • appoggiateli sul feltro o pannolenci;
  • ritagliate le decorazioni,
  • aggraziatele con ulteriori elementi di pannolenci ritagliato, occhietti di plastica, pon pon o glitter glue brillantinati,
  • scegliere dei nastrini con cui rifinirli perché il bambino li possa appenderle ai bottoni.

Tenendo conto dell’età del bambino all’ albero montessoriano si può associare anche un gioco sullo stile del cestino dei tesori distribuendo gli addobbi in diversi cestini divisi per genere (palline, pupazzi di neve, fiocchi di neve, pacchetto o renne, per esempio).

 

Ricordate che il Natale montessoriano pretende che il bambino sia autonomo, lasciatelo libero di sperimentare da solo.

 


Articolo rivisto e aggiornato al 3 dicembre 2020.



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici