Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Francesca Easdon: la mamma insultata dalle maestre

Francesca Easdon è stata insultata dalle maestre della scuola materna: questo è un esempio di bullismo degli adulti, ma coinvolge l'educazione di un bimbo.

Federica Federico

di Federica Federico

19 Novembre 2019

L’attenzione all’alimentazione è oggi piuttosto alta: le mamme, prima dei loro figli, vengono informate sui benefici della sana alimentazione e sensibilizzate ad essa. Una mamma del Texas, Francesca Easdon, ha recentemente denunciato l’incomprensione e la crudeltà con cui è stato considerato il percorso di ri-educazione alimentare compiuto da suo figlio e da lei.

 

Kyler, il bimbo di Francesca Easdon, ha cinque anni e, grazie al supporto della mamma, sta “riorganizzando” la sua alimentazione. Non è facile!

 

Quando un bambino deve mangiare la verdura non ne è necessariamente contento, preferirebbe le patatine fritte! Quando un bambino non è abituato a certi alimenti o, in qualche modo e per qualsiasi ragione, li ha addirittura rifiutati, l’introduzione nella dieta è un vero e proprio sforzo.

 

Kyler e la sua mamma stanno, appunto, compiendo questo sforzo.

 

Francesca Easdon

Francesca Easdon mette un “messaggio d’amore” nella scatola del pranzo di suo figlio, riceve una risposta dolorosa e aggressiva. Anche questo è bullismo!

Francesca Easdon aveva messo un messaggio motivazionale nella scatola del pranzo di suo figlio, la risposta è triste e bullizzante.

 

Siccome il bimbo non sa leggere, la mamma aveva rivolto agli insegnanti la preghiera di riferirgli dell’affetto di sua madre: “La mamma ti vuole tanto bene e sta pensando a te“, queste le dolcissime e semplici parole di vicinanza che gli insegnanti dovevano sforzarsi di rivolgere al bambino. Ma il messaggio è tornato a casa accompagnato da una nota felice, se non inquietante.

 

Il bigliettino era stato riempito di odio e cattiveria con poche e riluttanti parole: “Mettilo a dieta e vai via“.

Francesca Easdon, il messaggio ricevuto da un insegnante.

 

Francesca Easdon ha sollecitato un’indagine interna portando la nota indelicata e scortese all’attenzione del preside.

 

3 gli anni trascorsi da Kyler in quella scuola, mai un problema prima di questo. Eppure la delusione è stata troppa per “perdonare” l’accaduto e il bimbo ha già cambiato scuola. L’istituto avrebbe fatto cadere una testa operando il licenziamento del responsabile che, secondo le fonti stampa, a monte non avrebbe mai voluto che la nota arrivasse alla mamma.

Eppure, questa grigia nota, è arrivata tra le mani di Francesca e le ha spezzato il cuore.

 

La donna l’ha resa pubblica con uno scopo ben preciso: la denuncia di quegli atteggiamenti e quelle intenzioni degli adulto-operatori dell’educazione che sono discriminanti e bullizzanti.

 

Francesca Easdon e suo figlio

Francesca Easdon è rimasta inorridita dalla risposta alla suo messaggio per il figlio Kyler, questo è bullismo!

 

La cosa che mi turba di più è che questo è il bullismo“, ha detto Francesca.

Un adulto sa quanto è dura la vita e quanto possono essere cattive le persone, ma è difficile capacitarsi che una persona possa dire qualcosa del genere, soprattutto con riguardo a un bambino – sono malati. C’è qualcosa che non va“.

Leggi anche

Seguici