Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Seguici:

Maltrattamenti su minori a Matera: maestra sospesa

Caso di maltrattamenti su minori a Matera: una maestra d'asilo è stata sospesa dall'insegnamento per aver preso a schiaffi i suoi piccoli alunni.

Maria Corbisiero

di Maria Corbisiero

15 Gennaio 2020

Alcune testate giornalistiche presenti sul web lo hanno definito “l’asilo degli orrori” e osservando le agghiaccianti immagini del caso di maltrattamenti su minori a Matera non si può far altro che concordare con questo titolo.

Schiaffi, strattoni, insulti, minacce: questo era ciò che subivano i piccoli alunni, abusi psicologici e fisici che li hanno traumatizzati.

 

Maltrattamenti su minori a Matera: maestra sospesa.

Maltrattamenti su minori a Matera: maestra sospesa

“Ordine e disciplina” si sente urlare, “Ordine e disciplina” sono le parole che la maestra incriminata ripete come un mantra, “Ordine e disciplina” sono le regole che lei stessa impone ai suoi piccoli alunni e per far ciò li strattona, li prende a schiaffi, li offende e li minaccia.

 

“Ahia” le dice un bambino tra le lacrime, il suo è un disperato grido di ribellione, l’unico e solo modo che ha per potersi difendere. “Non ti ho fatto niente” lo rimprovera ancora una volta l’insegnante convinta così di avere la meglio. “Tu mi hai fatto male” ribadisce il piccolo scolaro la cui colpa è quella di essere un bambino.

 

Purtroppo le immagini che mostrano i maltrattamenti su minori a Matera non terminano con questi dialoghi, al contrario quello appena descritto è solo una piccola parte dell’orrendo incubo vissuto da quei bambini.

 

È l’ora di pranzo, un bambino non mangia come la maestra vorrebbe e così diventa il suo bersaglio: “Perché fai il porco, il maiale” gli urla contro aggiungendo “Così fai a casa? Perciò mamma non ti vuol tenere a casa”, insulti accompagnati sempre da violenze fisiche come schiaffi e strattoni.

Ma le registrazioni audio e video mostrano, se possibile, scene ancor più agghiaccianti. Pur di mantenere l’ordine e la disciplina la maestra incriminata non esita a mettere i suoi piccoli alunni con la faccia contro il muro e, nell’intimare a questi ultimi di stare seduti con la testa abbassata, afferrare loro il capo per poi sbatterlo sul banco.

 

Le scioccanti immagini sui maltrattamenti su minori a Matera sono frutto delle intercettazioni audio e video che la Polizia di Stato ha realizzato tra novembre e dicembre con l’ausilio di telecamere nascoste.

Maltrattamenti su minori a Matera: maestra sospesa

L’indagine è partita in seguito alla segnalazione di 5 genitori che, dopo aver parlato con la preside della scuola, hanno deciso di rivolgersi alla Polizia. Gli stessi avevano iniziato a nutrire dei sospetti dopo aver notato un importante cambiamento nel comportamento dei loro figli. I piccoli infatti apparivano costantemente intimoriti e sempre sulla difensiva.

“Le ripetute condotte di violenza fisica e morale hanno minato l’integrità psicofisica di tutti i piccoli alunni, al punto che, anche nelle loro case, quando i genitori si avvicinavano per baciarli o accarezzarli, istintivamente si proteggevano il viso con le mani” hanno affermato gli inquirenti.

Le indagini sul caso di maltrattamenti su minori a Matera hanno dato ragione alle mamme e ai papà dimostrando così le violenze fisiche e verbali perpetrate su almeno 7 dei 16 alunni che formavano quella specifica classe.

La maestra, una donna di 64 anni, per ordine del giudice delle indagini preliminari, è stata sospesa dall’insegnamento per 6 mesi con l’accusa di maltrattamenti aggravati a danno di minori.

 

La polizia ha inoltre provveduto ad interrogare l’altra insegnante della classe con l’intento di poter chiarire la posizione dei colleghi della maestra incriminata e comprendere perché le segnalazioni non siano state effettuate direttamente dalla scuola alla quale si erano rivolti inizialmente i genitori.

 

 

Fonte: Tgcom24IlFattoQuotidiano

Leggi anche

Seguici