Seguici:

Ultimo messaggio di Michele Merlo: Come rondini nel temporale

Poche ore prima del funerale del figlio, i genitori del cantante, ex concorrente di Amici di Maria De Filippi, pubblicano l'ultimo messaggio di Michele Merlo

Redazione VitaDaMamma

di Redazione VitaDaMamma

22 Giugno 2021

Prima di salutare per l’ultima volta il loro ragazzo, mamma Katia e papà Domenico hanno voluto diffondere l’ ultimo messaggio di Michele Merlo, una poesia che il cantante, ex concorrente di Amici di Maria De Filippi, aveva registrato prima della tragedia, un lascito che testimonia il suo talento ma soprattutto la sua vera anima.

 

Ultimo messaggio di Michele Merlo: Come rondini nel temporale

Ultimo messaggio di Michele Merlo: Come rondini nel temporale
Foto diritto d’autore: Paola Garbuio/LaPresse©

Ultimo messaggio di Michele Merlo: Come rondini nel temporale.

 

Venerdì 18 Giugno si sono svolti a Rosà, comune veneto situato in provincia di Vicenza, i funerali di Michele Merlo, ex concorrente di Amici di Maria De Filippi (16° edizione) e di X-Factor (10° edizione) deceduto a soli 28 anni il 6 giugno all’ospedale Maggiore per una leucemia fulminante.
L’ultimo saluto al cantante, noto anche con il nome d’arte Mike Bird, è stato celebrato nel campo sportivo della sua città natale, luogo scelto per accogliere le circa 500 persone che hanno partecipato al doloroso e straziante addio.

 

 

Nelle ore precedenti le esequie, i genitori del giovane hanno voluto diffondere a mezzo stampa una nota ufficiale accompagnata da un video contenente l’ ultimo messaggio di Michele Merlo.

“Michele è nostro figlio ma è anche il vostro artista, l’artista molte volte incompreso e da alcuni dimenticato, l’artista con dentro un tormento di emozioni che ha saputo sfogare con le sue canzoni, perché solo così sentiva di essere Michele”.

La nota prosegue con i ringraziamenti dei coniugi Merlo verso chi è stato loro vicino ma soprattutto verso chi ha contribuito a dar voce, e continuerà a farlo, al loro ragazzo.

“Chi lo vorrà potrà pubblicare questo video messaggio che lui ha dedicato prima di tutto a se stesso e che siamo sicuri sognasse di condividere anche con voi”.

Papà Domenico e mamma Katia rendono pubblico l’ ultimo messaggio di Michele Merlo, una poesia che lui stesso ha letto e registrato, con voce calma, dolce, a tratti melodiosa ma soprattutto malinconica, una carezza d’addio in grado di trasmettere quelle contrastanti emozioni che il giovane custodiva nel cuore.
Come rondini nel temporale” è il lascito di Mike Bird, parole che, alla luce di quanto accaduto, sembrano quasi profetiche, un ultimo ricordo che i suoi genitori hanno chiesto di condividere e diffondere affinché nessuno dimentichi mai quel ragazzo la cui malinconia era spesso in conflitto con il suo dolce sorriso.

 

Qui di seguito il testo completo della poesia “Come rondini nel temporale” e successivamente il video dell’ ultimo messaggio di Michele Merlo.

 

Abbiamo il cuore stanco di chi la vita l’ha rincorsa,
di chi ha detto un sacco di bugie perché per dire la verità ci voleva forza
Siamo quelli del parchetto, tra botte e sigarette,
con gli occhi lucidi che si raccontano a qualche vecchia storia
come una canzone triste, mentre gli altri fan baldoria
o la vita di silenzi, di sogni potenti, di non sentirsi mai abbastanza
… porta pazienza…
ma come glielo spieghi a quelli che “La felicità non è niente”
per chi è sempre stato senza.
Dai! Dimmi che sono un tipo triste adesso, ma io triste lo sono diventato
e vorrei chiudermi in una scatola che almeno al buio non lo vedo quanto è cattivo sto mondo malato.
E quante volte ho detto “Giuro, sono cambiato” e non era cambiato affatto
ero soltanto più impaurito.
Paura di perdere pure l’ultima persona a me vicina
che vaffanculo se ne vanno tutti appena la vita va un po’ in salita.
Ma funziona così… se ne va uno… se ne va un altro
E ti ritrovi solo, con i pugni nelle mani
e i sogni tra gli scaffali, a dire domani… domani…
lo faccio domani… domani…
Io sto con quelli che ci credono davvero
che ogni giorno fanno a botte con le nuvole per un po’ di cielo sereno

e chiamaci stupidi, un giorno troveremo pure pace
e sarà più semplice di quello che crediamo.
Basterà accettare il buio e non volere per forza sempre luce.
Ho paura dell’amore non del resto,
ma non mi lascio perdere perché il mio sogno è questo
anche se fa un sacco male.
Viviamo, ricordiamo, soffriamo, per sempre
come rondini nel temporale.

 



Iscriviti alla newsletter
Riceverai preziosi consigli e informazioni sugli ultimi contenuti, iscriviti alla nostra newsletter:

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di accettare le condizioni.

Seguici